Diamene, ecco il metallo quasi indistruttibile

“Duro come la pietra”, “duro come un mulo”, “duro come il cuoio”, “duro come un diamante”: nel linguaggio comune si sprecano i paragoni quando si tratta di essere “duro” e “resistente”, ma nella realtà qual è il materiale che veramente è quasi indistruttibile?

Una curiosità non da poco, soprattutto se si tiene in considerazione che la scienza continua a fare passi da gigante e a sperimentare nuove leghe e materiali sempre più performanti.

Ad oggi sembra che sia il diamene il nuovo materiale più duro di un diamante, capace persino di fermare un proiettile.

A svilupparlo i ricercatori della City University di New York, il cui lavoro è descritto sulla rivista Nature Nanotechnology.

I ricercatori hanno osservato in laboratorio come due fogli di grafene, ognuno dello spessore di un atomo, potessero essere ‘indotti’ a trasformarsi in un materiale simile al diamante a temperatura ambiente, il diamene appunto. La ‘trasformazione’ si è ottenuta con un repentino calo di corrente elettrica.

Il nuovo materiale potrebbe essere utilizzato per realizzare rivestimenti protettivi e pellicole ultraleggere a prova di proiettile, ma al momento si presenta in forma “transitoria”.

Il prossimo passo sarà quindi cercare rendere stabile questa fase transitoria del materiale in modo da pensare a nuove applicazioni.

Next Post

Verona, parroco si gioca alle slot i soldi dei fedeli

Purtroppo non è la prima volta che degli uomini di Chiesa sono coinvolti in “affari” poco chiari: senza voler addentrarci nelle accuse più gravi di molestie o addirittura violenze su minori, molti preti, parroci e sacerdoti sono stati accusati di aver usato indebitamente il denaro raccolto per scopi che sarebbero […]