Dieta del brodo per perdere facilmente 6 kg in 3 settimane
Dieta del brodo per perdere facilmente 6 kg in 3 settimane

Archiviate anche le festività pasquali, con il pieno di carboidrati e dolce come la tradizione prevede, l’obiettivo generale è uno solo: non farsi trovare impreparati per la prova costume.

Anche se manca ancora qualche mese, il caldo è arrivato in molte regioni, il corpo inizia ad essere scoperto e quindi a mostrare eventuali inestetismi ed imperfezioni.

Se da un lato la bella stagione in arrivo permette di muoversi di più e praticare anche sport all’aria aperta, d’altronde un giusto stile di vita comincia dalla tavola, e chi vuole perdere qualche kg deve necessariamente rivedere la propria alimentazione.

Se rivolgersi ad un nutrizionista è sempre la scelta migliore, per poter avere un regime alimentare adatto alle proprie esigenze, è anche vero che molti preferiscono il fai da te, ed anche per questo pullulano in rete decine di proposte di diete differenti.

Dalla dieta detox a quella del limone, non si riescono a contare tutte, ma nelle ultime settimane sta spopolando, anche tra i vip, la cosiddetta dieta del “brodo”, dieta messa a punto da Kellyann Petrucci, medico naturopata, pensata per le star di Hollywood.

Fra le pazienti della naturopata più famosa degli States ci sono celebrità come Gwyneth Paltrow, Shailene Woodley e Kobe Bryant che hanno dichiarato in diverse interviste non solo di aver perso 7 chili in 3 settimane ma anche di aver ottenuto una pelle perfetta grazie a un regime alimentare a base di brodo.

Dieta del brodo per perdere facilmente 6 kg in 3 settimane

Dieta del brodo per perdere facilmente 6 kg in 3 settimane

Ricco di sostanze e nutrienti che allo stesso tempo bruciano i grassi e rendono elastica la pelle oltre che di proprietà antinfiammatorie, il brodo cucinato secondo le ricette della dottoressa è la chiave per ottenere una pelle ringiovanita e una perdita di peso.

«Nel corso della mia carriera – spiega la naturopata – ho aiutato migliaia di persone a perdere peso e tornare sane, sexy e piene di energia. I miei successi includono gente d’ogni tipo, da pazienti di più di 200 chili a vip di Hollywood che hanno bisogno di corpi e volti perfetti per il grande schermo. E il brodo è la chiave delle mie trasformazioni».

Questo regime è anche il protagonista del libro bestseller del New York Times La dieta del brodo scritto dalla Petrucci ed edito in Italia da Newton Compton.

Il regime alimentare prevede un mini-digiuno a base di brodo due volte a settimana. Questo alimento riempie e soddisfa, dunque non ci saranno problemi durante i piccoli digiuni. Sarete voi a scegliere i giorni da dedicare a questo regime alimentare “l’importante è che siano separati da almeno uno o due giorni di alimentazione normale”.

Gli altri giorni bisognerà concedersi tre pasti completi e due spuntini a base di brodo. I cibi consentiti sono diversi: carne, verdura, pesce, uova, cibi fermentati, frullati, avocado, cocco, ghee e frutta secca.

Anche questi alimenti daranno un forte aiuto contro l’invecchiamento. Ma dobbiamo anche eliminare alcuni cibi: pasta, riso, pane, biscotti, avena, patatine, farro, margarina, burro vegetali, carni lavorate, salse pronte, legumi, cibi confezionati e tutti i tipi di zucchero.

La domenica poi rimane una giornata libera in cui potersi concedere qualcosa di più, evitando comunque di abbuffarsi e di esagerare.

Naturalmente, come di fronte a ogni piano nutrizionale più che guardare quello che si mangia in sé sarà importante valutare di caso in caso qual è la situazione fisica corrente e se sarà necessario prendere dei provvedimenti per evitare che la dieta invece di creare benessere porti a conseguenze veramente molto pericolose.

Angela Sorrentino

Laureanda, content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, si occupa principalmente di contenuti legati alla sanità italiana e alla tecnologia.

Potrebbero interessarti

Solitudine, qualche minuto al giorno da soli bene per lo stress

In genere, quando si parla di solitudine, si fa riferimento alla sua…

Ocse, buon livello dell’assistenza sanitaria ma attenzione ad anziani e bambini

Come al solito, quando si parla d’Italia, i numeri che ci si…

La caffeina, rimedio naturale per tenersi svegli

Di certo non è una novità, e una buona tazzina di caffè…

Aids, ancora troppo alto il rischio di una nuova pandemia

A trent’anni dall’inizio dell’epidemia globale di Hiv sappiamo che l’infezione può essere prevenuta,…