Disdette pay tv dopo la squalifica di Gonzalo Higuain è fenomeno social
Disdette pay tv dopo la squalifica di Gonzalo Higuain fenomeno social

La partita tra Udinese e Napoli ha lasciato uno strascico di polemiche tra i milioni di tifosi partenopei, polemiche dovute all’atteggiamento dell’arbitro Irrati e alle 4 giornate di squalifica inflitte al capocannoniere della serie A, Gonzalo Higuain.

I tifosi partenopei lamentano soprattutto la disparità di trattamento riservato ai giocatori del Napoli e di qualunque altra squadra, rispetto a quelli della società bianconera della Juventus, ad avallare questa tesi sono stati alcuni video postati sui social.

I video riguardano soprattutto l’atteggiamento del difensore bianconero Bonucci nei confronti dell’arbitro Rizzoli, nel derby di Torino e alcuni anni prima del difensore Legrottaglie sempre nei confronti all’arbitro, nessuno dei due episodi fu sanzionato con espulsione e squalifica.

Ad alimentare la polemica ci sarebbero anche altri episodi accaduti durante l’arco del campionato, come ad esempio il fallo di Bonucci sull’attaccante del Bologna Mattia Destro, fallo che non ha comportato neanche il cartellino giallo e successiva squalifica per diffida del difensore della Juventus.

I tifosi partenopei si sono mobilitati creando gruppi e pagine social, in particolar modo su Facebook, proponendo la disdetta alle pay tv nostrane senza nessuna esclusione per dire basta al calcio italiano, il motto è: No pay tv no calcio.

Voi cosa ne pensate?

Loading...
Potrebbero interessarti

Plutone, le nuove foto sorprendono la Nasa

Le nuove foto di Plutone scattate dalla sonda New Horizons e diffuse…

Facebook, “#sfida accettata” fra ricordi e polemiche

“#sfida accettata“, il tormentone che gira su Facebook da qualche giorno, in…