Disfunzione erettile: arriva il Francobollo dell’Amore

Nonostante la stragrande maggioranza degli uomini ami vantarsi con amici e colleghi delle proprie performance a letto, nella realtà sono tantissimi coloro che hanno più di qualche problema tra le lenzuola, dovendo persino ricorrere a qualche aiutino, come la celeberrima pillolina blu.

Secondo gli ultimi dati della Società italiana di urologia (Siu), il 30% dei maschi italiani è affetto da disturbi sessuali (il 15,5% disfunzione erettile, il 7,5% eiaculazione precoce, il 7,6% calo della libido) e patologie testicolari.

Secondo la stessa indagine i problemi sessuali sono spesso legati a cattivi stili di vita: tre italiani su dieci consumo alcolici, fumano, mangiano male, sono sedentari. Un problema che porta anche a una maggiore incidenza di tumore alla prostata.

Ed è proprio per questi uomini che, da queste ore, è disponibile in farmacia un nuovo aiuto, discreto e veloce, che aiuterà chi ha bisogno di un aiutino fisico per realizzare concretamente tutte le fantasie con la partner.

Un nuovo farmaco, una sorta di piccolo “francobollo” da mettere sotto la lingua prima di un incontro amoroso, promette infatti di correre in soccorso di tutti gli uomini che soffrono di disfunzione erettile: il farmaco, che come altri richiede la prescrizione del medico, è già disponibile in farmacia.

Il ‘francobollo dell’amore’ è in buona sostanza una piccola pellicola rettangolare che contiene “la molecola sildenafil con vari dosaggi da 25, 50, 75 e 100 milligrammi. Si tratta di una sorta di cerotto che messo sotto la lingua si scioglie in bocca e fa effetto dopo in 15-20 minuti. La differenza con le vecchie “pillole dell’amore” è che in questa nuova formulazione è più rapido l’assorbimento, non c’è bisogno di prenderla a digiuno e vista la sottigliezza si può nascondere ovunque. Anche per questo ‘cerotto’ speciale però serve la prescrizione del medico”, ha spiegato all’AdnKronos Gabriele Antonini, urologo-andrologo di Roma.

Gli effetti durano oltre un’ora. Non sarà dunque necessario pianificare il rapporto: le compresse altresì, richiedono in media tre ore per fare effetto.

“Aumenta la vasodilatazione locale – spiega il dottore- e permette di avere una erezione in tutti quei soggetti che hanno un deficit”.

1 comment
  1. Cara Angela Sorrentino,
    nel suo uso corretto, l’espressione “nuovo farmaco” si riferisce all’ideazione di una nuova formula, dunque all’isolamento di un nuovo principio attivo o all’inedita combinazione di noti principi attivi. Definire “nuovo farmaco” il repackaging e un dosaggio diverso del sildenafil, comunemente noto come Viagra, non più “nuovo farmaco” dal 1998, mi sembra quantomeno fuorviante.

Comments are closed.

Loading...
Potrebbero interessarti

Misafonia: Non parla più in famiglia da quattro anni

L’uomo già solo dal suono della masticazione non parla alla famiglia da quattro anni.…

Pericolosissimo il silicone liquido che può anche sfigurare

Se il ricorso alla chirurgia estetica è in continuo e costante aumento…