Disturbi psichiatrici: Spesso le persone si sposano tra loro

Redazione

Le persone con disturbi psichiatrici possono probabilmente sposarsi e avere figli con altre persone che hanno la stessa tipologia di disturbi, secondo un nuovo studio svedese.

Lo studio non ha esaminato il motivo per cui le persone con disturbi psichiatrici, come la schizofrenia e la depressione, tendono a stare con altre persone con tali condizioni, e quindi i meccanismi alla base di questo fenomeno non sono chiari, ha affermato Ashley E. Nordsletten, coautore del studio e ricercatore post-dottorato presso il Karolinska Institutet di Stoccolma.

Nello studio, i ricercatori hanno esaminato i dati sanitari di circa 700.000 persone che sono state ricoverate negli ospedali svedesi tra il 1973 e il 2009.

Disturbi psichiatrici Spesso le persone si sposano tra loro
foto@Wikipedia

Questa popolazione comprendeva più di 70.000 persone con schizofrenia, persone con altri 10 principali disturbi psichiatrici e persone con malattie fisiche croniche come Morbo di Crohn, diabete o sclerosi multipla.

I ricercatori hanno anche esaminato i dati del matrimonio e altre fonti, per esaminare i modelli di accoppiamento tra le persone con malattie mentali e tra quelle con malattie fisiche.

Si è scoperto che le persone con disturbi mentali avevano maggiori probabilità di sposarsi e avere figli con persone con lo stesso disturbo che avevano loro o con un altro disturbo psichiatrico di quanto non si sarebbero sposati e avrebbero avuto figli con persone senza disturbi psichiatrici.

Tuttavia, i ricercatori non hanno trovato lo stesso modello di accoppiamento tra le persone con malattie fisiche.

Ad esempio, le persone con malattia di Crohn non avevano più probabilità di sposarsi o avere figli con altre persone che avevano la malattia di Crohn o persone che avevano un’altra grave malattia fisica, come il diabete.

Il nuovo studio mostra che “le persone con gravi disturbi psichiatrici tendono ad accoppiarsi tra loro e hanno meno probabilità di accoppiarsi con persone senza disturbi psichiatrici“, ha affermato Scott Wetzler, psicologo e ricercatore comportamentale presso il Montefiore Health System di New York, coinvolti anche loro nello studio.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista JAMA Psychiatry.

Next Post

La scoperta di vita aliena cambierebbe la religione?

La scoperta di vita aliena, siano essi microbi viscidi o piccoli uomini verdi, potrebbe cambiare radicalmente il modo in cui noi umani vediamo il nostro posto nell’universo. David Weintraub, astronomo della Vanderbilt University, nel suo nuovo libro “Religions and Extreme Life” esamina più da vicino come le diverse fedi gestirebbero […]
La scoperta di vita aliena cambierebbe la religione