Donald Trump invia l’esercito per fermare la carovana dei migranti

La tensione è palpabile, e la situazione preoccupa molto anche lo stesso presidente degli Stati Uniti, anche se come di consueto Donald Trump si mostra alla popolazione e al mondo intero fermo e risoluto: la “carovana” dei migranti provenienti dall’Honduras continua inesorabile la sua marcia.

Secondo l’Onu le persone in fuga verso gli Stati Uniti e il Canada alla ricerca di una vita migliore sono circa 7mila, ma potrebbero anche essere di più.

La carovana di migranti si trova ancora a settimane di viaggio dagli Stati Uniti e procede con una velocità di circa 40 chilometri al giorno, ma Trump ha già deciso di inviare 5200 nuovi soldati a presidiare le frontiere.

Non è stato precisato quando verranno inviati sul territorio, ma secondo gli ultimi piani 1800 andranno in Texas, 1700 in Arizona e 1500 in California.

Trump ha ricordato che la maggioranza delle richieste d’asilo, circa l’80% provenienti dall’America centrale, sono respinte ma alle udienze “non si presenta nessuno”.

E ha ribadito che tra i migranti ci sono “molti membri di bande e delinquenti”.

Eleonora Gitto

Giornalista professionista, content writer freelance, presidente presso Comunicazioni e Territori Scarl, consulente Consiglio Regionale Campania, vanta numerose collaborazioni presso testate giornalistiche, si occupa del settore sanitario e politico italiano.

Potrebbero interessarti

Piramide di Cheope, i misteri non sono finiti

Da sempre un oggetto del mistero e nonostante si sia scritto e…

L’Ufo del Duce, il segreto di Mussolini? Il Gabinetto RS33

Gabinetto RS33, ossia Ricerche Speciali 33, questo secondo l’ufologo Roberto Pinotti il…

Messico, bimbo di 6 anni massacrato da 5 ragazzini

Una storia che arriva dal Messico, una testimonianza di quanto all’orrore non…

Piattaforma petrolifera si incendia in Azerbaijan, 32 operai morti

In Azerbaijan, più precisamente nel Mar Caspio, è scoppiato un incendio in…