Donna resta scioccata per le richieste al primo appuntamento

Redazione

Nell’era di internet tanti di noi sono iscritti ad app di appuntamenti che ci consentono di incontrare nuove persone in pochi secondi.

Ma una donna ha scoperto che alcune persone mettono davvero il “carro davanti ai buoi”, dopo che al suo appuntamento lui ha chiesto di “impegnarsi seriamente solo con lui” dopo appena un’ora di appuntamento, come riporta il Daily Star.

Donna resta scioccata per le richieste al primo appuntamento

La donna ha utilizzato Twitter per condividere gli screenshot dei suoi messaggi di testo con l’uomo, con cui aveva inizialmente avviato una chat su Tinder un’ora e mezza prima che lui le dicesse che era interessato a vederla solo se avesse potuto promettere che non avrebbe parlato con nessun altro.

Ha spiegato che non solo la coppia non si era incontrata di persona prima che lui avesse avanzato una richiesta così strana, ma non si erano nemmeno parlati al telefono e si conoscevano solo tramite messaggi di testo.

La donna, che pubblica su Twitter con il nome utente @SgtDGumby , ha scritto nel suo tweet: “Amico con cui ho parlato 90 minuti su Tinder, vuole che mi impegni con lui esclusivamente in questo momento, prima ancora di parlare al telefono“.

La donna inizialmente ha risposto al suo appuntamento affermando che avrebbe “preso quella decisione domani”, ma l’uomo non era contento della sua risposta.

Ha risposto: “Non sarò nella lista delle tue scelte. O vedi prima solo me o niente. Sono troppo stanco per competere”.

La donna ha anche condiviso ulteriori screenshot nei commenti che hanno messo in luce lo strano comportamento dell’uomo, poiché le ha inviato un messaggio di nuovo alle 4:30 per chiederle se avesse avuto il tempo di pensare alle sue richieste di esclusività.

Ha scritto: “Buongiorno. Come va? Ti vuoi incontrare oggi?“.

I commenti del post su Twitter sono stati divisi, poiché mentre alcuni pensavano che le richieste dell’uomo fossero “bizzarre”, altri lo hanno elogiato per essere stato onesto su ciò che voleva dalla sua esperienza attraverso la app.

Next Post

La Sacra Sindone sarebbe un falso realizzato in Gran Bretagna

La famosa reliquia, ritenuta da molti il ​​vero sudario usato da Giuseppe d’Arimatea e dal fariseo Nicodemo per avvolgere il corpo di Gesù Cristo, sarebbe in realtà un falso realizzato in Gran Bretagna, afferma lo storico David Adkins. Come riporta il DailyStar, David Adkins, storico britannico, ha una teoria diversa […]
La Sacra Sindone sarebbe un falso realizzato in Gran Bretagna