Ecco perchè la Groenlandia sta diventando sempre più buia

Redazione

La mancanza di neve fresca sta oscurando la superficie della Groenlandia, probabilmente contribuendo a uno scioglimento più rapido. La carenza di neve è la conseguenza di un sistema meteorologico persistente che blocca le precipitazioni e riscalda le temperature all’interno della calotta glaciale, secondo un nuovo studio.

La calotta glaciale della Groenlandia si è riscaldata di 2,7 gradi Celsius dal 1982 . Secondo gli autori del nuovo studio, pubblicato su Geophysical Research Letters, sta vivendo i più alti tassi di fusione e deflusso negli ultimi 450 anni, e probabilmente i tassi più alti negli ultimi 7.000 anni .

la Groenlandia sta diventando sempre piu buia

L’attenuazione dell’albedo superficiale, o riflettività, ha il potenziale per accelerare ulteriormente questo processo. La neve e il ghiaccio più scuri assorbono più calore dal sole, il che può portare a un innalzamento del livello del mare più veloce del previsto, secondo gli autori.

I dati del satellite MODIS della NASA mostrano che la Groenlandia riflette meno luce negli ultimi due decenni. Il nuovo studio rileva che la contaminazione superficiale da fuliggine, polvere o microrganismi non può spiegare i cambiamenti osservati. Invece, gli autori hanno scoperto che la forma mutevole dei fiocchi di neve alla luce del sole è il probabile agente oscurante. Poiché i cambiamenti delle condizioni meteorologiche portano meno neve fresca in Groenlandia, i granelli di neve invecchiati sulla superficie diventano più grandi e meno riflettenti.

Quando c’è neve fresca e esce il sole, è accecante, non puoi camminare fuori senza occhiali da sole, ma dagli un giorno o due e quella stessa neve non è più riflettente, giusto? Man mano che la neve invecchia, anche poche ore o pochi giorni, questo cambiamento nell’albedo, ed è per questo che la neve fresca è così importante” , ha detto in una dichiarazione Erich Osterberg , scienziato del clima al Dartmouth College e leader del nuovo studio.

Abbiamo scoperto che la quantità di impurità nella neve è di circa 1 parte per miliardo, rendendola una delle nevi più pulite al mondo”, ha detto Gabriel Lewis, ricercatore al Dartmouth College e primo autore del nuovo studio. “Utilizzando modelli computerizzati, possiamo calcolare come ciò cambierebbe l’albedo della superficie . Nella nostra area di ricerca, non sembra essere sufficiente per spiegare il cambiamento di albedo riportato da altri gruppi di ricerca“.

Lewis ed i suoi colleghi hanno anche misurato i singoli granelli di neve nel manto nevoso lungo la zona di percolazione e hanno scoperto che l’aumento delle dimensioni dagli anni ’90 potrebbe spiegare i cambiamenti osservati nella riflettività.

A metà degli anni ’90, un modello meteorologico chiamato blocco atmosferico è aumentato notevolmente in frequenza e durata in Groenlandia. Il modello è così influente per il tempo nell’emisfero settentrionale che i meteorologi lo seguono come l’indice di blocco della Groenlandia. I ricercatori non capiscono perché il blocco atmosferico abbia raggiunto livelli record negli ultimi decenni o come il cambiamento climatico causato dall’uomo abbia influenzato questi modelli meteorologici mutevoli.

Questi sistemi ad alta pressione si trovano sopra il centro della calotta glaciale per giorni o settimane, bloccando il passaggio di altri sistemi meteorologici. Le tempeste di neve vengono spinte a nord, quindi la neve fresca e ad alto albedo non riempie la superficie della calotta glaciale della Groenlandia tanto o altrettanto spesso, secondo il nuovo studio.

fonte@EuropaPress

Next Post

Umanità ed intelligenza artificiale, chi vince?

Gli scienziati sono convinti che gli esseri umani non hanno alcuna possibilità di sopravvivere ad una guerra contro l’intelligenza artificiale. Se in futuro ci sarà mai uno scontro tra robot e persone, queste ultime saranno condannate a morte. E tutto perché l’IA è più sviluppata del cervello umano. Il premio […]
Umanita ed intelligenza artificiale chi vince