Elon Musk, Neuralink sarà testato sulle persone

Redazione

L’imprenditore e miliardario Elon Musk ha discusso con Joe Rogan per del futuro dell’IA e del suo impatto sulla simbiosi tra uomo e macchina.

Nella loro discussione, Musk ha confermato che il legame segreto di stimolazione cerebrale Neuralink, di cui lui è co-fondatore, è vicino all’avvio dei test sulle persone.

Non stiamo ancora testando le persone, ma penso che non sarà troppo lungo. Potremmo essere in grado di impiantare un collegamento neurale in meno di un anno in una persona“, ha detto Elon Musk a Rogan.

Nel luglio 2019, la società ha annunciato l’intenzione di praticare fori nei crani dei partecipanti con i laser e di inserire fili elastici di elettrodi nel cervello.

Durante la sua più recente discussione con Rogan, Musk ha rivelato che l’impianto della società ha un diametro di circa un pollice e deve essere iniettato rimuovendo una piccola parte del cranio.

Il dispositivo di Elon Musk potrà risolvere tanti problemi neurologici (foto@Wikimedia)

Musk ha trascurato i pericoli connessi con tale procedura, affermando che “esiste un rischio molto basso potenziale di rigetto [del corpo]“.

C’è ancora molto lavoro da fare“, ha detto Musk. Riferendosi alla sua cronologia dei test entro un anno, ha osservato che “abbiamo la possibilità di provarli sulle persone e farli stare in salute e ripristinare alcune funzionalità che hanno perso“.

L’obiettivo principale è ripristinare la funzionalità nel cervello. Ad esempio, quelli con Alzheimer possono avere i loro ricordi ripristinati.

Siamo già in qualche modo un cyborg. Hai il tuo telefono, hai il tuo laptop … Se ti manca il telefono, sembra che manchi il prolungamento dei tuoi arti “, ha detto Musk a Rogan.

Il Neuralink di Elon Musk sta sviluppando la tecnologia per controllare i computer con la mente. … Sta costruendo un dispositivo che ti permetterà di controllare computer e telefoni con il cervello.

Secondo il rapporto di Bloomberg, in questo momento può “leggere” la mente di un topo con l’aiuto di piccoli elettrodi impiantati nei neuroni e nelle sinapsi dell’animale.

Il chip potrebbe potenzialmente essere usato per ripristinare la vista, l’udito e il movimento degli arti oltre a trattare le malattie che colpiscono il cervello, afferma Musk. Secondo Musk, il dispositivo verrebbe impiantato direttamente nel cranio per consentire ai fili degli elettrodi di interfacciarsi con determinate aree del cervello.

Next Post

Esperienza pre-morte: oggi vivo sentimenti dissociati, è un film

La vita dopo la morte sembra essere cosa reale, almeno secondo un uomo che afferma di aver visto tutta la sua vita scorrere come un film un’esperienza pre-morte (NDE). La vita dopo la morte deve ancora essere dimostrata dalla scienza, ma molte persone affermano già di avere una visione dell’aldilà. Un […]
Esperienza pre-morte oggi vivo sentimenti dissociati un film