Elon Musk risponde ad un tweet: Sono un alieno

Redazione

Il proprietario di Tesla e SpaceX è ad oggi la persona più ricca del mondo, ma una risposta che ha acceso la fantasia di migliaia di persone è arrivata quando gli è stato chiesto come gestisce contemporaneamente così tante grandi aziende

Il magnate della start-up tecnologica Kunal Shah ha stuzzicato la citazione dell’uomo più ricco del mondo scrivendo su Twitter: “Elon musk potrebbe finire per gestire 4+ 500 miliardi di aziende contemporaneamente in un’età relativamente giovane“.

Elon Musk risponde ad un tweet Sono un alieno
Elon Musk (Foto@Flickr)

Quello che voglio veramente capire: come lo fa? Come gestisce il cambio di contesto? Come progetta la sua Org? Tante domande“.

@elonmusk: rispondi se vedi questo post, signore oscuro.

Facendo un salto per mettere a riposo la mente di Shah sull’argomento, Musk ha semplicemente risposto ieri: “Sono un alieno“.

Ciò che era visto dai più come uno scherzo è stato infatti interpretato da alcuni come una sfacciata confessione al suo vero essere.

Uno dai tanti follower ha risposto: “È per questo che stai costruendo un’astronave … per tornare sul tuo pianeta natale?

Coincidenza che Elon abbia detto su Rogan che gli alieni potrebbero semplicemente farsi conoscere se lo volessero? Mi piace questo approccio non così sottile“, ha commentato un altro utente.

Un terzo ha scritto: “Lo sapevo dall’inizio, ecco perché vuoi tornare a casa tua (Marte)“.

Nell’aprile 2019 Musk aveva dichiarato in un’intervista sulla vita extraterrestre: “Penso che questa sia una delle grandi domande in fisica e filosofia, dove sono gli alieni? Forse sono tra noi, non lo so. Alcune persone pensano che io sia un alieno. Non è vero, non è vero.

La clip condivisa in reazione al suo ultimo annuncio era sottotitolata: “Ehi @elonmusk qui hai detto che non sei un alieno, ora hai una dichiarazione diversa … Allora, qual è la verità?

Next Post

Scoperta un'antica struttura dei Crociati, proteggeva Israele

In Israele, gli archeologi hanno scoperto i resti di una struttura d’assedio dell’epoca delle Crociate, che alla fine si trasformò in una diga e per un intero millennio proteggendo in modo affidabile la città di Ashkelon dall ‘”attacco” delle dune di sabbia. L’edizione Haaretz ha parlato della straordinaria scoperta archeologica. Il […]
Scoperta antica struttura dei Crociati proteggeva Israele