Elon Musk rivela: il mio dispositivo curerà la depressione
Elon Musk rivela il mio dispositivo curera la depressione

Elon Musk ha rivelato alcuni dettagli sul nuovo dispositivo neurologico che, sostiene, potrebbe essere usato per curare la depressione e la dipendenza da sostanze stupefacenti.

È un chip di computer che interagisce con il cervello e si chiama Neuralink.

La società è stata fondata da Musk nel 2016 e si sa molto poco su ciò che effettivamente fa o su come funziona, di sicuro si sa che interagirà con il cervello.

Dopo l’avvio della società, ha ricevuto investimenti per 158 milioni di dollari e l’anno scorso ha annunciato di aver ideato un dispositivo simile a una macchina da cucire in grado di collegare il cervello umano direttamente ad un computer.È tutta una vera fantascienza.

Successivamente, Musk ha detto che ci saranno maggiori dettagli su Neuralink il 28 agosto, ma l’utente di Twitter Pranay Pathole ha deciso di porre una domanda all’imprenditore sudafricano sulle cose che può fare o che potrà fare in futuro tale dispositivo.

Pathole ha chiesto: “Può Neuralink essere usato per riqualificare la parte del cervello che è responsabile di causare dipendenza o depressione? Sarebbe bello se Neuralink possa essere usato per qualcosa come dipendenza e o depressione.

Musk, che recentemente è diventato il settimo uomo più ricco del mondo, ha risposto in questo modo: “Sicuramente, tutto ciò che percepiamo o pensiamo è frutto di un segnale elettrico del cervello“.

Il loro universo primordiale era solo una zuppa di quark e leptoni. In che modo un piccolo pezzo di universo ha iniziato a pensare a se stesso come senziente?

Elon Musk rivela il mio dispositivo curera la depressione

A breve termine, sembra che il piano per Neuralink sia di provare a curare malattie cerebrali come il morbo di Parkinson, ma in futuro è possibile che le capacità potrebbero essere molto maggiori, anche potenzialmente consentendo agli umani di competere con l’intelligenza artificiale.

Hanno già iniziato a testare il sistema sugli animali e si spera che possa essere iniziare a testarlo sugli umani nel corso dell’anno.

Forse un po ‘più inquietanti sono le dichiarazioni di Musk sull’utilizzo di Neuralink per rendere gli umani simbiotici con l’intelligenza artificiale e rimuovere il bisogno di linguaggio fisico.

A maggio Musk infatti sconvolse il pubblico rivelando la sua idea: “Non avresti bisogno di parlare. Saresti in grado di comunicare molto rapidamente e con molta più precisione.

Loading...
Potrebbero interessarti

Fibra Vodafone a 500 Mbps a Milano, Torino e Bologna

A Milano, Torino e Bologna arriva Vodafone Fibra a 500 Mbps. Le offerte…

Zx Spectrum torna in versione portatile

I più “vecchietti” ricorderanno sicuramente il mitico Sinclair ZX Spectrum, una delle…