Esrf, microscopio a raggi x svela tesoro celato in uno scrigno
Esrf, super microscopio a raggi x svela tesoro celato in uno scrigno

Il tesoro custodito in uno scrigno del 600, è stato svelato alla Esrf grazie a un super microscopio a raggi x.

Accade all’ESRF di Grenoble, il laboratorio europeo delle radiazioni al sincrotrone (European Synchrotron Radiation Facility) dove si utilizza un microscopio a raggi x.

Qui una scatola del 600 molto ossidata e, quindi, impossibile da aprire senza rovinare involucro e contenuto, è stata passata ai potenti raggi x del microscopio.

La scatola era stata ritrovata nelle tombe scoperte durante gli scavi effettuati, nel sito archeologico della chiesa di Siant-Laurent oggi museo archeologico di Grenoble.

Dopo tanto tempo, finalmente oggi, grazie a una singolare radiografia, i ricercatori hanno potuto vedere che cosa custodiva il prezioso scrigno.

Il tesoro al suo interno è costituito da preziose medaglie. Il potente strumento ha consentito la visuale nitida anche del più piccolo dettaglio come incisioni e anche due perle.

Il microscopio a raggi x ha appagato la curiosità degli archeologi già convinti che all’interno della scatola fossero state riposte monete o qualcosa di simile.

Senza la tecnologia, molto probabilmente lo scrigno del XVII secolo avrebbe continuato a tenere segreto il suo contenuto.

Va da sé che i risultati ottenuti con il super microscopio aprono nuovi orizzonti nel mondo non solo della ricerca ma anche in quello dell’archeologia.

Loading...
Potrebbero interessarti

Apple e Samsung collaborano per lanciare le e-Sim elettroniche

I maggiori colossi tecnologici sono instancabili nel cercare l’innovazione, per offrire all’utenza…

Nasa, nessun asteroide distruggerà la Terra a breve

I vip che almeno un paio di volte l’anno vengono dati per…