Fermare le vertigini con i rimedi naturali

Le cause possono essere varie: stati infiammatori, cali di pressione, artrosi cervicale, disturbi alla vista e specialmente negli anziani, alla circolazione. Spesso la fitoterapia può aiutare.

Contro l’infiammazione

Le vertigini possono essere dovute all’artrosi cervicale: In questo caso, è utile il macerato glicerico di vite canadese, che contrasta l’infiammazione presente nella zona del collo. L cura, da seguire per circa 14 giorni, consiste in 30 gocce in 2 dita di acqua, da prendere a stomaco vuoto prima di colazione e di cena.

Soprattutto quando sono associate a tensioni muscolari nella zona della nuca, le vertigini possono essere la conseguenza di uno stato d’ansia.

In tal caso può essere d’aiuto il macerato glicerico di gemme di tiglio argentato che, abbassando i livelli di stress, facilita il rilassamento dei muscoli della nuca sciogliendo le tensioni.

Per 2 o 3 settimane prenderne 30 gocce in due dita di acqua, tre volte al giorno (a colazione, pranzo e cena, sempre a stomaco vuoto).

Quando le vertigini sono collegate all’ansia sono d’aiuto anche la lavanda e la menta che contribuiscono a migliorare l’equilibrio psicofisico.

Lasciare per 10 minuti in un litro d’acqua bollente 20 grammi di fiori secchi del primo rimedio e 40 grammi di foglie secche del secondo, poi filtrare. Bere una tazza di infuso dopo pranzo e dopo cena per una decina giorni.

Da sapere: le future mamme, le donne che allattano e i bambini non devono usare la tintura madre di ginkgo. In ogni caso prima di usare qualunque rimedio naturale è meglio consultarsi con il proprio medico.

Next Post

Rovigo, maxi multa per aver riparato un marciapiede

Ad ognuno di noi, o quantomeno a tutti noi a cui importa vivere in una città decorosa e sicura, duole vedere le condizioni in cui le nostre città sovente versano. C’è chi si limita ad assistere attonito allo sfascio di strade e marciapiedi, chi si lamenta con pochi risultati con […]
Rovigo maxi multa per aver riparato un marciapiede