Vertigini: Da cosa vengono causate?

Redazione

Le vertigini, tecnicamente sono definite come la sensazione di non essere in grado di bilanciare il paziente. La vertigine, che si manifesta con o senza movimento della testa, è una malattia del sistema nervoso centrale e dell’orecchio interno che riduce significativamente la qualità della vita della persona.

I sintomi delle vertigini sono diversi, dalla sensazione di svenimento, al blackout totale, difficoltà a camminare, perdita di equilibrio e persino perdita di conoscenza.

Sebbene i sintomi come le vertigini siano definiti dal pubblico come vertigini, in termini clinici, il capogiro è definito come l’arrivo degli oggetti nell’ambiente come se la persona fosse ferma.

Vertigini Da cosa vengono causate
foto@Wikimedia

La prima cosa da fare nella diagnosi di vertigini è descrivere la sensazione che il paziente prova. Quindi, vengono eseguiti test sul sistema nervoso centrale e sull’orecchio interno per trovare la causa sottostante. Se si sospetta un flusso sanguigno insufficiente al cervello, è possibile applicare l’ecografia doppler, l’angiografia TC, l’angiografia a risonanza magnetica (RM) o l’angiografia con catetere. Il trattamento è pianificato in base alla diagnosi.

Le vertigini vengono valutate in due gruppi, centrale e periferico.

Vertigini centrali: sono causate da problemi originati dal sistema nervoso centrale. In questo gruppo vengono esaminati i capogiri provenienti dal cervello, dal tronco encefalico e dal cervelletto. Malattie come sanguinamento, ictus, emicrania, tumore, sclerosi multipla (SM) fanno parte di questo gruppo.

Vertigini periferiche: le malattie dell’orecchio interno e dei nervi dell’equilibrio sono inserite in questo gruppo. Sono più comuni. In questo gruppo sono considerati la malattia dei dotti semicircolari, la malattia di Meniere e la neurinite vestibolare.

Poiché è l’inizio di tutto, è molto importante evitare lo stress. Abbi cura di creare momenti e spazi speciali per te stesso nonostante lo stress che ha un effetto scatenante e influisce negativamente sulla qualità della nostra vita quotidiana.

Al fine di rafforzare il sistema immunitario e mangiare sano, soprattutto cibi a base di proteine ​​contribuiranno al tuo essere in forma ed energico.

Bere molta acqua, consumare liquidi che manterranno l’equilibrio salino e minerale, assumere bevande contenenti caffeina per un minimo di piacere e non esagerare la dose bilancerà l’aumento di liquido nell’orecchio interno.

Per beneficiare il più possibile del sole, fonte naturale di vitamina D.

Evitare movimenti improvvisi e rapidi è importante in quanto garantirà la continuità dei cristalli dell’orecchio come dovrebbero.

È importante essere selettivi nelle attività sportive, indispensabili per la nostra vita, e la continuità degli sport come camminare con movimenti leggeri e ritmici.

Le vertigini possono far cadere e ferire una persona a causa dello squilibrio. Il paziente può avere difficoltà a camminare, provare nausea, paura e ansia.

L’85% dei pazienti che presentano vertigini viene rilevato come malattie dell’orecchio interno. La storia della malattia e il tipo e la forma delle vertigini sono determinati dopo l’esame obiettivo. Le malattie dell’orecchio interno possono essere diagnosticate con VNG, VHiT, audiometria e test calorici. Se necessario, possono essere richieste RM e TC.

Il trattamento medico e la riabilitazione vengono applicati in altre malattie dell’orecchio interno. Nelle vertigini centrali, il paziente è indirizzato a Neurologia, Cardiologia e Neurochirurgia.

Next Post

Un buco nero stravolge le leggi dell'astrofisica

Gli esperti dell’Università di Curtin, dopo ulteriori ricerche, hanno concluso che il primo buco nero trovato è molto più grande di quanto preventivato in passato. Il buco si è rivelato così enorme che alcune delle leggi astrofisiche sono state messe in discussione. Esistono sistemi stellari in cui diverse stelle orbitano […]
Un buco nero stravolge le leggi de astrofisica