Fermati i piani di Putin per la ricerca di vita aliena

Redazione

L’invasione dell’Ucraina da parte di Vladimir Putin, avrebbe fermato la collaborazione per la ricerca scientifica di vita aliena.

L’Agenzia spaziale europea ha interrotto la cooperazione con la Russia su una serie di missioni che potrebbero portare alla luce la vita extraterrestre, come riporta il DailyStar.

L’agenzia ha annunciato che interromperà le attività di cooperazione su tre viaggi sulla Luna: Luna-25, 26 e 27.

I capi dell’agenzia spaziale hanno anche sospeso la collaborazione sull’operazione ExoMars di caccia alla vita aliena.

Era un piano per far atterrare un rover su Marte per perforare il suolo e cercare segni di vita aliena.

Un portavoce dell’agenzia spaziale ha dichiarato:

Come per ExoMars, l’aggressione russa contro l’Ucraina e le conseguenti sanzioni messe in atto rappresentano un cambiamento fondamentale delle circostanze e rendono impossibile per l’ESA l’attuazione della prevista cooperazione lunare“.

Fermati i piani di Putin per la ricerca di vita aliena

In qualità di organizzazione intergovernativa incaricata di sviluppare e attuare programmi spaziali nel pieno rispetto dei valori europei, deploriamo profondamente le vittime umane e le tragiche conseguenze dell’aggressione all’Ucraina“.

Pur riconoscendo l’impatto sull’esplorazione scientifica dello spazio, l’ESA è pienamente in linea con le sanzioni imposte alla Russia dai suoi Stati membri“.

La missione ExoMars sul pianeta rosso – una joint venture tra l’Agenzia spaziale europea e Roscosmos – doveva essere lanciata dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan a settembre utilizzando un razzo russo Proton, riporta il DailyStar.

Ma il consiglio direttivo dell’ESA ha sospeso le attività con la Russia. Il direttore generale dell’agenzia, il dottor Josef Aschbacher, sta conducendo uno studio accelerato per trovare un nuovo partner.

Ha riferito: “Negli ultimi due giorni i nostri Stati membri hanno discusso dell’impatto della guerra in Ucraina sui programmi spaziali dell’ESA“.

Insieme abbiamo preso la decisione difficile, ma necessaria, di sospendere il lancio di ExoMars previsto per settembre con Roscosmos e di studiare le opzioni per una via da seguire“.

L’ESA potrebbe ora rivolgersi alla Nasa per chiedere aiuto con la missione su Marte. Il rover è stato costruito da Airbus a Stevenage, Herts, e avrebbe dovuto atterrare su Marte nel giugno 2023, dove avrebbe dovuto perforare in profondità il pianeta alla ricerca di forme di vita.

Una volta scelta una posizione, il rover perforerà sei piedi e mezzo per prelevare campioni e alimentarli in un laboratorio mobile dove verranno frantumati ed esaminati per la materia organica.

Gli scienziati ritengono che la conferma della vita potrebbe arrivare entro poche settimane dall’atterraggio del rover. Ma la missione è stata ora ritardata a tempo indeterminato.

Next Post

Elon Musk: La coscienza si può trasferire in digitale

L’umanità durante quasi tutta la sua storia ha pensato al concetto di vita eterna. Grandi menti hanno affrontato questo problema in modi diversi. Qualcuno ha pensato al corpo eterno, qualcuno alla reincarnazione e qualcuno ha immaginato la vita eterna sotto forma di trasferimento di coscienza, come riporta il portale esoreiter.ru. […]
Elon Musk La coscienza si puo trasferire in digitale