Firenze, Leopolda: agente ferito in ospedale paga ticket

Eleonora Gitto

A Firenze un agente ferito in occasione della Leopolda è stato obbligato a pagare il ticket in ospedale.

Il poliziotto è un trentenne del reparto di Bologna, che si trovava a presidiare la manifestazione contro Renzi organizzata a Firenze sabato scorso in occasione della Leopolda.

Gli agenti, per l’occasione, fronteggiavano i manifestanti all’altezza di Piazza San Marco.

In quel contesto, un uomo che brandiva un bastone di metallo, ha cominciato a sferrare colpi nei confronti dei poliziotti.

A causa delle bastonate ricevute, il poliziotto è stato trasportato all’Ospedale Santa Maria Nuova per farsi controllare un braccio.

E lì la sorpresa: a fronte della visita e degli accertamenti, gli è stato presentato un conto di dieci euro, a titolo di contributo alla spesa sanitaria di circa 50 euro.

Il ticket è fisso e valido per tutti. E’ stato istituito dalla Regione Toscana nel 2012.

Amedeo Landino, segretario del Siulp di Bologna, è giustamente risentito: “Oltre al danno, pure la beffa. Quello che ci sconforta e lascia amareggiati non è la cifra, ma un fatto che un agente debba partecipare alle spese sanitarie per un infortunio subito mentre faceva il proprio lavoro. Si tratta di un servitore dello Stato mandato in strada a garanzia delle libertà di tutti, e che per 1.300 euro al mese si è preso ortaggi, nel migliore dei casi, bottiglie di vetro, petardi e cartelli stradali nel peggiore”.

Next Post

Palermo, città di accoglienza e convivenza per la TV olandese

Palermo è una città esempio di accoglienza e convivenza per la Tv olandese Vpro. Domenica scorsa è andato in onda in Olanda il documentario Backlight in Palermo, realizzato per la televisione Vpro. La troupe olandese ha per giorni seguito il Sindaco di Palermo nel corso dei suoi impegni istituzionali. Sono […]
Palermo, città di accoglienza e convivenza per la TV olandese