Gianluca Impastato sarà il secondo squalificato del GFV?

Nei giorni scorsi ha fatto molto scalpore l’eliminazione, dal Grande Fratello Vip, di Marco Predolin: il conduttore è stato buttato fuori dalla casa più spiata d’Italia dopo aver bestemmiato.

A dirla tutta, nei giorni precedenti si era lasciato andare anche a diverse esternazioni omofobe e sessiste, ma è stata la bestemmia a decretare la sua uscita senza appello.

Lui continua a proclamarsi “innocente” e non ha perso la speranza di avere una seconda possibilità: “Io voglio rientrare. Mi piacerebbe che il Gf ipotizzasse qualcosina, magari una settimana premio dentro la casa” – spiega Predolin che poi rivela i motivi che l’hanno spinto a partecipare al reality – “Ho deciso di partecipare al GF anche per soldi, perché non sono ancora tranquillo dal punto di vista economico. La televisione mi ha ridato una forza incredibile, prima ero molto arrabbiato con la tv. Invece adesso vedo la gente come mi accoglie per strada e questo mi dà una grande forza”.

Ma nelle ultime ore, sempre nella casa di Cinecittà, si è ripetuto un caso simile:una nuova bestemmia sarebbe stata pronunciata dal comico Gianluca Impastato mentre parlava con Daniele Bossari.

Mentre i due parlavano di un amico in comune, Impastato si lascia sfuggire un intercalare tipicamente del Nord: “Ma non parla mai Dio c…”. Poi prosegue il discorso, senza accorgersi neppure della blasfemia.

Il regolamento del programma sancisce però l’eliminazione dal gioco per questo tipo di esternazioni, sia esse pronunciate in un momento goliardico – come probabilmente in questo caso ed in quello di Predolin – o di ira.

Impastato verrà espulso? Sarà graziato?

Quel che è certo è che, nel frattempo, il Moige – Movimento Italiano Genitori Onlus – che in già in precedenza aveva definito il programma come “inaccettabile e diseducativo”, ha lanciato una petizione online indirizzata al Vice Presidente e Amministratore Delegato Mediaset, Pier Silvio Berlusconi, per chiedere addirittura la chiusura anticipata del reality.

Next Post

Facebook ritorna alla realtà virtuale con Oculus Go

Se tutti gli esperti sono pronti a giurare che il futuro sia nella realtà virtuale, è indubbio che i visori siano ancora lontanissimi dal diventare un fenomeno di massa: gli unici infatti che hanno ottenuto un qualche risultato restano il PlayStation Vr di Sony e il Gear Vr di Samsung, […]