Google e il suo robot bipede

La tecnologia sta avanzando sempre più velocemente in questi ultimi anni e tra realtà virtuale e robotica è una vera e propria maratona stare al passo con i tempi. Il colosso Google, ovviamente, non si lascia sfuggire nessuna novità e sta puntando molto sulle nuove tecnologie tanto che nel 2013 ha rilevato un’importante azienda giapponese specializzata proprio nella robotica: Schaft, grazie alla quale ha presentato un nuovo robot bipede, che non ha ancora un nome, ma che riesce a muoversi e agire su terreni ostili sfruttando un baricentro basso e dei motori a raffreddamento liquido.

Il nuovo gioiello della tecnologia prodotto da Google è in grado di trasportare pesi fino a 60Kg ed è vincitore dell’ultimo Darpa robotics challenge, la competizione tra robot umanoidi dell’ente di difesa statunitense, difatti il nuovo robot di Google potrebbe essere sfruttato anche per scopi militari in terreni ostili.

Da Mountain View spiegano  che non si tratta di un nuovo prodotto, ma solo di una dimostrazione tecnica, difatti il robot è stato presentato venerdì a Tokyo in occasione della keynote dell’ex dirigente Andy Rubin al New Economic Summit (NEST) 2016.

Tecnicamente non si hanno ulteriori informazioni del robot Google, soltanto che pesa 132 libbre e che può camminare su qualsiasi tipo di suolo: può camminare sul normale pavimento di casa, salire una rampa di scale o passeggiare su un terreno innevato, superando il limite di tanti robot visti finora, i quali hanno sempre avuto problemi di equilibrio su determinate superfici, come appunto la neve, dovuti al loro baricentro. Il robot è anche in grado di salire e scendere in verticale e di evitare degli ostacoli che si interpongono tra i piedi o e trasportare oggetti pesanti.

Di seguito il video di presentazione

Loading...
Potrebbero interessarti

Expo di Milano, dopo il coccodrillo si mangia la zebra

L’expo di Milano continua a riservare sorprese, più o meno gradite, in…

Asteroide 2015 TB145 in arrivo: ci saluta Halloween

La Nasa in questi giorni è impegnata a monitorare l’asteroide 2015 TB145,…