Green Day, il dodicesimo disco sarà politico

L’attesa è finita: i Green Day hanno annunciato ufficialmente che uscirà il loro prossimo disco. L’album si intitola Revolution Radio, uscirà il 7 ottobre 2016 e sarà il dodicesimo album in studio per il trio composto da Billie Joe Armstrong, Nike Dirnt e Tré Cool.

Una radio portatile, vecchio stile, con gli altoparlanti in fiamme: questa è la copertina del nuovo album che uscirà insieme al lyric video del singolo ‘Bang Bang’, l’anticipazione fatta dai Green Day attraverso le loro pagine social, Facebook e Instagram.

L’ultimo lavoro in studio risale al 2012, e da allora la band non solo ha lavorato molto sullo stile ma anche e soprattutto sui temi: questo infatti sarà un disco prettamente politico, come si evince già dai titoli di alcuni brani quali ‘Outlaws’, ‘Troubled Times’ e ‘Ordinary World’.

Dopo aver dato del “fottuto Hitler” al candidato repubblicano Donald Trump, il frontman dei Green Day Billie Joe Armstrong, 44 anni, invita ora i giovani alla speranza.

“È un’America sottosopra. Il partito conservatore ha fatto fatica ad accettare uno come Trump, diciamocelo. In passato c’era sempre una stanzetta riservata ai razzisti, ai bigotti e agli ignoranti. Oggi, con lui candidato, i razzisti sono usciti dalla lampada. Io lo chiamo il Partito del Razzismo. Vedi la spilletta della Loren? Alle convention le spille con gli insulti a Hillary Clinton fioccavano. Che sorte beffarda: Trump è così estremo da far sembrare Hillary un conservatore. Tra due anni i liberali americani si faranno un bell’esamino di coscienza”, racconta.

E all’indomani della sua riabilitazione in rehab per  dipendenza da stupefacenti, afferma: “Se la mia caduta è di aiuto a qualcuno, soprattutto agli adolescenti, ne sono felice. Disintossicarmi e guarire mi ha fatto riscoprire la passione per la poesia e ha cambiato il mio linguaggio. Quando parlo con gli altri ora arrivo dritto al punto senza girarci intorno”.

Next Post

Adua Del Vesco, continua l’amore e la passione con Gabriel Garko

Durante l’ultimo Festival di Sanremo, di cui lui è stato co-conduttore, si è addirittura insinuato che la coppia non fosse vera, e che cioè stessero insieme per crearsi un po’ di pubblicità reciproca. Se nei primi mesi la coppia aveva preferito non rispondere alle insinuazioni e ai pettegolezzi, Gabriel Garko […]