I drink che non dovresti mai ordinare al bar!

Le bevande che non dovresti mai ordinare in un bar, ecco la lista secondo un barista.

Che si tratti di un gin and tonic, una pinta di amaro o un Chardonnay, ognuno di noi si rifugia in un drink che spesso è utile, ci aiuta a trovare l’umore giusto e molte volte a consolarci.

Hai mai pensato però di guardarla dal lato del barista? Qual è il drink che proprio non dovresti ordinare? quale potrebbe maggiormente infastidire il barista?

Per il prossimo capodanno ecco i consigli di Business Insider che ha intervistato Elena Alvarez, barista di The Airliner in Iowa ed ecco i drink da “non ordinare”.

Long Island

Non è per i deboli di cuore, con tale moltitudine di ingredienti, Alvarez dice che ordinare una bevanda come questa richiede molto tempo ed è una delle cose più fastidiose per i baristi.

Sono bevande difficili con un sacco di ingredienti sono sempre fastidiose da preparare soprattutto quando si è molto impegnati“, spiega Alvarez.

Vedi quante persone affollano il bar in questo momento mentre chiedi di fare qualcosa per la quale bisogna impiegare diversi minuti? È davvero fastidioso.

Le due bevande più complicate, e quindi più irritanti, sono i veri tè ghiacciati di Long Island, con tutti i quattro o cinque tipi di liquore, e Bloody Mary, con tutte le loro decorazioni.

Mojito

C’è una leggenda che circonda i mojito, come spiega un barista : “Ho sentito dire che la persona che ha creato il mojito deve aver odiato i baristi perché è un cocktail complesso che ha bisogno di diverso tempo per essere preparato, inoltre una volta terminato, lascia le mani appiccicose”.

Se vuoi farti odiare da un barista, ordina un mojito quando c’è la fila al bar.

Apparentemente qualsiasi cosa che coinvolge più di due ingredienti che viene servita in un bicchiere da martini è un vero dolore.

Margarita

Un margarita è semplicissimo da realizzare, ma mi fa perdere completamente il controllo perché scuotere la bevanda per 20 secondi è fastidioso quando ho 100 persone ad aspettare al bar“, ha detto il barista Jenssen.

Surprise me!

Secondo Alvarez, l’indecisione è ESTREMAMENTE irritante.

La cosa più fastidiosa è quando qualcuno entra nel bar per chiedere da bere, ma non sanno quello che vogliono, così dicono al barista, ‘Sorprendimi!,’ ma non posso dare loro alcun tipo di idea e su come vogliono il loro drink “, dice.

Allora nell’indecisione prepari qualcosa e dopo ti rispondono ‘Davvero non mi piace, puoi farmi qualcos’altro?‘”

Redazione

La redazione di veb.it si occupa di fornire agli utenti delle news sempre aggiornate, dal gossip al mondo tech, passando per la cronaca e le notizie di salute. I contenuti scritti da più autori contemporaneamente vengono pubblicati su Veb.it a firma della redazione.

Potrebbero interessarti

Diabete di tipo 2, la dieta che aiuta a combatterlo

Il diabete mellito di tipo 2, chiamato anche diabete mellito non insulino-dipendente, NIDDM o…

Depressione, a provocarla possono essere anche farmaci molto usati

Definita la malattia del secolo, la depressione è una bestia insidiosa che…

Cefalea, ne soffrono fino a 8 studenti su 10

Il ritorno a scuola è di certo traumatico per tutti, studenti, insegnanti…

Per la diagnosi di cancro servirà solo un prelievo

Per vedere se si ha il cancro ora basterà solamente farsi un…