I lavoratori italiani si ammalano di lunedì

Certamente ci sarà qualcuno che nei fine settimana magari è più spericolato, magari prende freddo e di lunedì si ammala, ma appare piuttosto strano che sia proprio il primo giorno della settimana quello che i lavoratori italiani prediligono per inviare al proprio datore di lavoro il certificato di malattia.

Stando ai dati emersi da un’indagine svolta dall’Osservatorio Statistico dell’Inps – il quale ha tenuto come riferimento l’anno 2014 – sarebbero stati trasmessi più di undici milioni di certificati per il settore privato (11.494.805) e più di sei milioni per la pubblica amministrazione (6.031.362): un lavoratore si tre in pratica si ammala di lunedì. L’Inps osserva pure che i lavoratori con almeno un episodio di malattia sono per la maggior parte maschi (56,1%) nel privato e femmine (69,0%) nella Pubblica amministrazione.

Dal punto di vista della distribuzione delle malattie nell’arco dell’anno è possibile notare alcune differenze tra il settore privato e quello pubblico. Ad esempio, nel privato si osserva una calo di malattie certificate fra gennaio e febbraio, mentre nei mesi successivi si osserva sostanziale stabilità.

Quanto invece ai casi di malattia, il numero maggiore di lavoratori del settore privato interessati da almeno un episodio è la Lombardia con 894.175 lavoratori (22,0%), seguita da Veneto, Emilia Romagna e Lazio (poco più del 10%); nel pubblico le regioni con il maggior numero di lavoratori con almeno un evento di malattia nel 2014 sono Lombardia (12,5%), Lazio (11,9%) e Sicilia (10,3%).

Loading...
Potrebbero interessarti

Salute, attenti al caldo: l’allerta meteo della Protezione Civile

Caldo in arrivo, salute a rischio: attenzione alle alte temperature previste dal bollettino…

I segni che la tua anima è stanca e non il tuo corpo

5 segni che è la tua anima che è stanca, non il…