I Simpson festeggiano i loro primi 30 anni

Per essere una serie televisiva, 30 anni non sono affatto pochi, ma loro non dimostrano affatto la loro “età”, restando costantemente al passo coi tempi e soprattutto riuscendo persino a precorrerli: dopotutto sono riusciti persino a pronosticare l’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti.

Oggi, 19 aprile, sono infatti trent’anni dalla primissima apparizione televisiva della più amata, longeva e chiacchierata sitcom animata di tutti i tempi: i Simpson, in lingua originale The Simpsons.

Inizialmente l’ideatore Matt Groening pensava di adattare per la tv la sua striscia a fumetti Life in Hell. Poi tornò sui suoi passi, e gli balenò in mente la storia quotidiana di una famiglia disfunzionale speculare al nostro tempo.

I Simpson sono la più riuscita parodia della società e way of life statunitense, specchio deformante della sua classe media, qui magistralmente incarnato da Homer e Marge e dai loro tre figli Bart, Lisa e Maggie.

Un successo clamoroso, che ha superato le seicento puntate, ha vinto la bellezza di 32 Emmy, ottenuto una stella nella Hollywood Walk of Fame ed è assurto di diritto nell’olimpo della pop-culture, al pari di Ritorno al Futuro o di Guerre Stellari.

Nel 1999 la rivista Time aveva acclamato i Simpson come “miglior serie televisiva del secolo”. Lo stesso magazine, l’anno precedente, aveva definito Bart Simpson la 46/a persona più influente del XX secolo.

In Italia è arrivata nel 1991, prima su Canale 5, poi su Italia 1, dove continua a tenere incollati milioni di telespettatori subito dopo pranzo.

Loading...
Potrebbero interessarti

Emily Blunt, la prima foto della nuova Mary Poppins

Prima di poter vedere di nuovo la tata più celebre del mondo…

Afterhours, in giro per i club dal prossimo marzo

Il suo leader è impegnato in televisione, a selezionare e scoprire talenti…