Ictus: I sintomi arrivano fino a dieci anni prima

Redazione

Uno studio condotto nei Paesi Bassi ha rivelato che i sintomi dell’ictus possono iniziare dieci anni prima. Secondo la ricerca, la malattia inizia con il declino mentale e cognitivo.

Lo studio, condotto su circa 15.000 partecipanti, è una pietra miliare per la prevenzione dell’ictus, che colpisce milioni di persone in tutto il mondo. Gli scienziati hanno spiegato che il rilevamento di segnali precoci potrebbe mettere i pazienti a rischio di ictus.

Ictus I sintomi arrivano fino a dieci anni prima

Secondo un nuovo studio olandese, le persone mostrano una serie di sintomi fino a dieci anni prima di avere un ictus. Questi sintomi includono un rapido declino mentale e cognitivo. C’è anche una diminuzione della loro capacità di svolgere attività quotidiane come calcolare e cucinare.

Secondo NTV, i ricercatori dell’Erasmus MC University di Rotterdam hanno analizzato i dati di 14.712 persone osservate in 28 anni. Ognuno è stato sottoposto ad alcuni test mentali e fisici all’inizio dello studio e ogni pochi anni.

I test includevano test di memoria, fluidità verbale, una valutazione della loro capacità di cucinare, pulire e gestire le loro finanze. Durante il periodo di studio, 1.662 partecipanti hanno sperimentato il loro primo ictus a un’età media di 80 anni.

Ictus: Chi è a maggior rischio?

I risultati hanno mostrato che c’erano grandi differenze tra coloro che successivamente ai dieci anni hanno avuto un ictus e quelli che non sono stati colpiti. Le differenze nella capacità di eseguire compiti quotidiani di base e avanzati sono emerse due o tre anni prima dell’ictus.

Tuttavia, le donne, le persone con qualifiche accademiche inferiori e quelle con un gene associato al morbo di Alzheimer sono a maggior rischio di ictus.

I nostri risultati mostrano che i futuri pazienti con ictus iniziano a deviare dai controlli 10 anni prima dell’evento acuto, suggerendo che gli individui che sperimentano un declino cognitivo e funzionale sono a maggior rischio di ictus e sono probabili candidati per l’ictus“, ha affermato il coautore dello studio Alis Heshmatollah. .

Il declino accelerato della cognizione e del funzionamento quotidiano prima dell’ictus indica che le future vittime di ictus soffrono di un accumulo di danni intracerebrali, come la malattia dei piccoli vasi cerebrali, la neurodegenerazione e l’infiammazione, molti anni prima dell’evento acuto“, ha affermato il dottor Heshmatullah.

Next Post

La Cina vuole deviare la traiettoria dell'asteroide Bennu

Gli esperti del Centro nazionale per le scienze spaziali della Cina hanno annunciato l’intenzione di lanciare simultaneamente nello spazio 23 razzi Long March 5. I razzi dovrebbero colpire l’asteroide Bennu, che minaccia la Terra, e cambiare la sua traiettoria. L’asteroide Bennu è un corpo celeste a forma di trottola, largo […]
La Cina vuole spostare la traiettoria dell'asteroide Bennu