Il mistero dell’alieno trovato a Chernobyl
Il mistero de alieno trovato a Chernobyl

Torna alla luce il mistero dell’alieno morto ritrovato nei pressi della famosa Chernobyl.

Un alieno fu trovato e in seguito ‘ucciso’ a pochi chilometri da Chernobyl, la città chiusa per il disastro nucleare.

Come viene raccontata la storia, l’alieno sarebbe stato trovato vicino al villaggio di Kaolinovy ​​da una signora, Tamara Prosvirina, che disse ai suoi vicini che aveva trovato un ragazzo nei boschi.

Non credendo alla signora, i suoi vicini avevano chiamato un’ambulanza e la signora era stata portata in ospedale e ricoverata in un istituto psichiatrico.

Si disse allora che i paramedici trovarono l’alieno sdraiato su una branda, con uno di loro che lo descriveva come un “gatto avvolto in stracci“.

Mentre era in ospedale la donna, il corpo dell’alieno scomparve senza lasciare traccia, ma non prima che gli agenti potessero filmare la creatura.

Purtroppo, la signora subì una prematura scomparsa per un “anomalo” incidente nell’agosto del 1999, dopo essere stata uccisa da un’automobile giorni prima che i ricercatori di Mosca avrebbero dovuto incontrarla.

I parenti di Tamara sono fiduciosi che il resoconto della donna sia reale.

La moglie del figlio riporta la descrizione dell’essere: “Emetteva alcuni suoni divertenti. Potevo vedere la sua bocca a forma di pipa. La sua piccola lingua scarlatta si muoveva. Ho anche notato due denti all’interno. In un certo senso, sembrava un bambino piccolo. La sua testa era marrone e il suo corpo era grigio“.

Poi prosegue: “Non ho visto nessuna palpebra. La sua testa sembrava una cipolla. E le pupille dei suoi occhi si stavano allargando e restringendo proprio come fanno gli occhi del gatto quando accendi la luce e la spegni di nuovo più volte di seguito. Le dita sulle mani e sui piedi erano piuttosto lunghe. Mi sono solo presa la briga di chiedere a mia suocera dove diavolo aveva preso questo mostro. Mi ha detto che l’aveva trovato nella foresta. Continuava a chiamarlo “Alioshenka“.

Alcuni hanno persino ipotizzato addirittura che l’alieno era il corpo di un feto, abbandonato nei boschi.

 

Tuttavia, l’anatomista Stanislav Samoshkin ha insistito sul fatto che ciò non è vero, ha detto: “Il teschio umano consiste di sei ossa. Il teschio di quella creatura era costituito da quattro ossa. C’erano altre differenze nella struttura dello scheletro. Quelle anomalie non sembravano nessuna malformazione congenita finora conosciuta“.

Loading...
Potrebbero interessarti

Anche in Norvegia sequestrati monopattini elettrici truccati

Le autorità norvegesi hanno dichiarato di aver sequestrato un monopattino elettrico che era…

Test: C’è un bambino in questa foto, riesci a vederlo?

Dai un’occhiata alla foto quieta qui sotto: ora, riesci a individuare il…