Il Volo non si esibirà per Donald Trump

Alla loro giovanissima età, essere invitati ad esibirsi alla cerimonia di insediamento di un presidente americano è un onore più unico che raro, però loro non ci hanno pensato su troppo e hanno declinato, neppure troppo gentilmente, l’invito: il Volo, ormai celebre trio di tenori italiano, non si esibirà alla cerimonia di insediamento alla Casa Bianca di Donald Trump.

I tre spiegano al “Corriere della Sera” i motivi del rifiuto: “Non siamo d’accordo con le sue idee, non possiamo appoggiare chi si basa su populismo oltre che su xenofobia e razzismo”, dicono Boschetto, Ginoble e Barone.

Loro infatti non pensano che musica e politica siano due ambiti separati, anzi sono tutti e tre ben consapevoli del fatto che «come artisti abbiamo una grande eco. Non potevamo cantare per una persona con cui non condividiamo quasi niente».

Dire “No” a Trump non preoccupa i tre cantanti: «Pensiamo che il nostro futuro non dipenda da questo. Chi ci ama ci seguirà ugualmente. Nei nostri concerti, poi, non parliamo di politica. E non siamo stati i soli a dirgli no, sappiamo anche che il nostro amico Andrea Bocelli ha rifiutato… Noi sappiamo che è andata così. Con lui non ne abbiamo parlato perché quando ci vediamo preferiamo discutere di altro, tipo di musica».

Mentre alla cerimonia di insediamento di Barack Obama star come Beyoncé, Lady Gaga, Stevie Wonder e Aretha Franklin avevano fatto a gara per presiedere, il neo presidente quindi sta facendo molta fatica a trovare grandi interpreti per festeggiare il suo primo giorno da presidente.

Loading...
Potrebbero interessarti

Justin Bieber chiuderà l’edizione 2017 degli iDays di Monza

Siamo giunti all’ultimo, incredibile giorno della rassegna: si è aperta giovedì 15…

Mila Kunis e Rob Zombie pronti per Trapped

Si chiamerà Trapped ed è una nuova serie tv in stile commedia…