Il web si scatena: Nasa altera le immagini del rover Perseverance

Redazione

La Nasa e il rover Perseverance sono stati criticati dal famoso cacciatore di UFO e teorico della cospirazione Scott Waring. L’esperto online di UFO ha accusato la Nasa di aver “alterato” le sue prime foto dalla superficie di Marte nel tentativo di proteggere il mondo dalla verità sugli alieni.

Nasa altera le immagini del rover Perseverance

Il rover su Marte è atterrato giovedì scorso sul Pianeta Rosso ed è la quinta volta che la NASA ha fatto atterrare un rover su Marte. Anche prima che gli applausi del successo si placassero nella sala di controllo della missione, Perseverance stava già trasmettendo le prime foto che ha scattato sulla superficie del pianeta . Il rover cacciatore di alieni è atterrato nel cratere Jezero, appena a nord dell’equatore marziano, dove gli scienziati sperano di trovare prove di vite passate .

Al coro di messaggi di congratulazioni si è aggiunto anche l’astrofisico Neil deGrasse Tyson, che ha detto: “Congratulazioni a @NASA per l’atterraggio di successo del Perseverance Rover delle dimensioni di un SUV sul pianeta Marte.

Ma non tutti condividevano i festeggiamenti mentre una comunità minore di scettici e teorici della cospirazione hanno criticato la missione su Marte.

Alcuni utenti dei social media hanno messo in dubbio il costo di 2,9 miliardi di dollari del rover Mars, mentre altri hanno affermato bizzarramente che l’atterraggio fosse un elaborato inganno.

Altri, tra cui il cacciatore di UFO Scott C Waring, hanno accusato la NASA di non essere del tutto aperta e onesta sulla missione.

Perseverance ha già trasmesso decine di migliaia di immagini sulla Terra, scattate durante la sua discesa e dopo l’atterraggio.

Alcune delle fotografie iniziali, tuttavia, sono sfocate e oscurate da artefatti digitali, un tema comune tra le immagini grezze non elaborate.

Waring ha commentato sul suo blog UFO Sightings Daily dove ha affermato che la NASA aveva deliberatamente oscurato alcune immagini.

Il cacciatore di UFO ha rivelato: “Ora la NASA ha speso 2,7 miliardi di dollari per la missione del rover, quindi sai che hanno la migliore tecnologia allo stato dell’arte … il che significa che le telecamere sono il meglio che la Terra ha da offrire“.

Un problema tecnico come questo non sarebbe mai accaduto con una tale tecnologia. Anche un semplice iPhone 12 collegato al rover offrirebbe più nitidezza, dettagli più elevati, contrasto migliore e foto a colori migliori di quelle che la NASA sta mostrando al pubblico. Quindi come può accadere?

Secondo lui, le immagini sono state oscurate per nascondere una struttura aliena che altrimenti sarebbe stata esposta al pubblico.

Uno dei primi scatti del rover perseverance (Foto@Nasa)

Poi proseguendo: “Un iPhone 1 farebbe foto di dimensioni da 1,37 MB, rispetto alle foto di Perseverance Rover che il pubblico vede da 56KB a 250KB di dimensione. È patetico e non vale nemmeno la pena che il pubblico li guardi“.

Ora … chiediti … cosa nasconde veramente la NASA a tutti noi? Questa … è la domanda giusta.

Il rover della NASA è stato inviato a Jezero per raccogliere campioni di roccia e suolo che potrebbero rivelare prove di vita microbica da circa 4 miliardi di anni fa, quando Marte somigliava ad una giovane Terra.

E le immagini nere nelle foto del rover della NASA? Molto probabilmente mancano solo i dati che hanno danneggiato i file di immagine.

Anomalie simili compaiono spesso nelle foto del Sole della Nasa.

Next Post

Schermo: Fino a che età è meglio non utilizzarli

Passare più tempo sugli schermi significa soprattutto essere sempre più sedentari sin dalla tenera età. Ovviamente sarebbe molto meglio una buona attività fisica piuttosto che passare ore davanti ad uno schermo. Con circa il 30% dei bambini piccoli in sovrappeso o obesi, l’OMS (Organizzazione mondiale della sanità) incoraggia a mettere in […]
Schermo Fino a che eta meglio non utilizzarli