Ilenia Pastorelli, ecco quanto è cresciuta dopo il Grande Fratello

Con sedici candidature ai David di Donatello, l’onorificenza più alta per i film italiani, Jeeg Robot è un film che sta riscuotendo un grande successo, raccontando la storia di un uomo di nome Enzo Ceccotti, introverso e che odia il mondo, che a un certo punto della sua vita entra in contatto con una sostanza radioattiva che gli conferisce una forza sovrumana, da supereroe appunto.

Un film divertente, con un cast molto variegato, ed è proprio questo che più ha attirato l’attenzione: tra i vari protagonisti c’è infatti Ilenia Pastorelli , che nonostante la straordinaria interpretazione, si è affacciata da pochissimo nel mondo del cinema.

La partecipazione al film le è valsa la nomination come migliore attrice protagonista ai David 2016, ma la sua carriera parte da molto lontana, da quando, pur di pagare le bollette, si accontentava di qualsiasi lavoro e tentò persino la carta del Grande Fratello, per ottenere visibilità.

Mentre Alessia, il suo personaggio in Jeeg sogna d’indossare un vestito da principessa e rifugiarsi nel magico mondo delle anime giapponesi, Ilenia racconta com’è la sua vita ora, in una bella intervista a Vanity Fair.

“Ho iniziato a lavorare molto giovane – ha raccontato Ilenia – dopo due anni di giurisprudenza ho capito che non mi sarei mai vista come avvocato. Il sogno è arrivato dopo, quando ho incontrato Gabriele Mainetti per il primo provino: ho creduto che fosse l’occasione per iniziare a fare qualcosa che mi piacesse davvero. Non potevo permettermelo quando ero ragazza, purtroppo”.

La giovane ha raccontato come, quattro anni fa, si è ritrovata nella casa del “Grande Fratello”: “Ero al mare, mi hanno cercata dalla produzione e ho risposto di no. Poi ho comunque sostenuto un provino e mi hanno richiamata. Non avevo aspirazioni e, di certo, non avrei mai creduto di poter diventare un’attrice. Ho partecipato per i soldi, inutile girarci intorno, oltre che per fare un’esperienza nuova. Pensavo di restarci molto meno, invece ho resistito cinque mesi”.

E alla fine, al giornalista ha svelato anche il metodo utilizzato per girare le scene drammatiche, di cui nel film è protagonista. Per prepararsi Ilenia ha raccontato di aver usato il “metodo del mutuo”, sforzandosi di piangere nelle scene drammatiche per riuscire a pagare il mutuo di famiglia: “Ho giocato molto su questa cosa – ha spiegato – soprattutto perché non ho mai studiato recitazione prima d’ora. Alla fine, però, è andata bene e una parte del mutuo sono riuscita a estinguerla”.

Next Post

Ringo Starr segue Springsteen e annulla concerto in North Carolina

I malpensanti stanno già parlando di pubblicità gratuita che gli artisti stanno cercando di farsi emulando il gesto che per primo ha fatto Springsteen qualche giorno fa, ma se questo può contribuire a far sollevare un polverone e far riconoscere eguali diritti per tutti, senza discriminazioni sessuali, ben venga anche […]