Imprevedibile Tsipras, la Grecia pronta a pagare o forse no

A quanto pare, per l’ennesima volta, le carte in tavola sono nuovamente cambiate.

Fino a pochissime ore fa l’Europa intera era pronta a scommettere sull’insolvenza della Grecia: nonostante gli incontri ad oltranza tra il Premier ellenico Alexis Tsipras e i vertici della Commissione Europea, nessun accordo era stato trovato e le casse desolatamente vuote della Grecia avrebbero fatto protendere nel credere che il paese non avrebbe mai potuto onorare il suo debito col FMI, che scade proprio oggi.

Ed invece, secondo quanto riferisce una fonte vicina al governo greco all’Ansa, la Grecia “pagherà regolarmente” la tranche da oltre 300 milioni di euro dovuta domani, venerdì 5 giugno, al Fondo monetario internazionale e, “se costretta”, può saldare anche i prossimi pagamenti di metà giugno, utilizzando ulteriore liquidità da fondi pensione ed enti locali.

“In qualità di ministro delle Finanze non posso rispondere a questa domanda se non dicendo che lo Stato greco punta sempre a ripagare i propri debitori”, ha poi dichiarato il ministro delle Finanze Varoufakis, nelle stesse ore, a una radio locale, a chi gli chiedeva come si sarebbe comportato il paese dinanzi all’imminente scadenza.

Dal canto suo, il direttore generale del Fmi, Christine Lagarde, sottolineando che Alexis Tsipras ha detto di non preoccuparsi sul pagamento, si è mostrata ottimista: ”ho fiducia sul fatto che la Grecia onorerà la sua promessa”.

Notizie dell’ultimo minuto raccontano invece, sempre secondo l’Ansa che cita il quotidiano Kathimerini, che il governo avrebbe chiesto un pagamento accorpato da 1,5 miliardi delle quattro tranche a fine mese.

Non resta che aspettare una manciata di ore per vedere quale sarà il prossimo passo dell’imprevedibile Tsipras.

Loading...
Potrebbero interessarti

Padoan, è tempo di tagliare le tasse a famiglie e imprese

Ormai in pochi sembrano crederci realmente, con le parole che risuonano tanto…

Lavoro in Italia, 3 mln di disoccupati e 3 mln hanno due lavori

In Italia ci sono 3 milioni di disoccupati, ma anche 3 milioni…