India: Il mistero dei centinaia di scheletri ritrovati

Un piccolo lago in alto sulle colline dell’India è pieno di resti scheletrici secolari, come riferito dal magazine “Science Alert“.

Il Lago Roopkund può sembrare a prima vista qualsiasi altro lago di montagna della regione, ma se ci si avvicina, la sua superficie ghiacciata nasconde i resti scheletrici di centinaia di persone.

Chi fossero tutte queste persone e come ci arrivassero continuarono per lungo tempo un argomento di discussione tra i ricercatori, con alcune ipotesi tra le quali quella che potesse essere attribuita ad un antico disastro.

Tuttavia, una nuova ricerca che ha coinvolto una valutazione di 38 scheletri ha rivelato che questi individui provengono da diverse comunità separate che sono arrivate nella regione per oltre 1.000 anni.

Attraverso l’uso di analisi biomolecolari, come il DNA antico, la ricostruzione dietetica di isotopi stabili e la datazione al radiocarbonio, abbiamo scoperto che la storia del lago Roopkund è più complessa di quanto ci aspettassimo“, ha affermato il genetista della Harvard Medical School David Reich.

Di quelli esaminati, 23 provenivano dall’India, 14 provenivano da Creta e dalla Grecia, mentre quello rimanente proveniva dal sud-est asiatico.

Siamo rimasti estremamente sorpresi dalla genetica degli scheletri di Roopkund“, ha affermato il biologo evoluzionista Eadaoin Harney dell’Università di Harvard.

La presenza di individui con antenati tipicamente associati al Mediterraneo orientale suggerisce che il lago Roopkund non era solo un sito di interesse locale, ma attirava visitatori da tutto il mondo.

Tuttavia, ciò che ha attirato queste persone sul lago nel corso dei secoli continua a rimanere un mistero completo.

Loading...
Potrebbero interessarti

California, strage per una sparatoria in un bar

Un gesto folle, di cui ancora non si capisce il senso, semmai…

Body shaming, ecco di cosa si tratta

A chi di noi non è mai capitato, da estranei o persino…