J-Ax e il suo rapporto con “Maria”

In questa edizione di Verissimo sono tanti gli ospiti che sono stati intervistati dalla padrona di casa, e ieri nel salotto di Silvia Toffanin ha trovato spazio anche J-Ax.

Il rapper ha avuto una vita molto intensa, a tratti travagliata, perennemente in bilico tra vette altissime e burroni profondi, non precludendosi nessuna esperienza, compresa quella meravigliosa della paternità che, a suo dire, lo ha profondamente cambiato in meglio.

Ma la sua vita è stata fatta anche da molti addii, come quello alla sua band più nota, gli Articolo 31, ma anche alla sua vecchia casa discografica e al sodalizio con Fedez.

Quando finisce una storia di lavoro, di amore o di amicizia, ci sono sempre dei motivi e ognuno ha la sua verità. Le band ogni tanto si sciolgono e non voglio dirvi i motivi, perché si finisce per dire cose negative sull’altra persona“, ha spiegato.

L’ho buttata sull’arte, ho detto di voler fare qualcosa per far contento soprattutto me“, ha poi aggiunto riferendosi al divorzio da DJ Jad.

J-Ax a Verissimo.

Il mio primo disco da solista non fu un successo commerciale, in quegli anni mi è capitato” di avere paura di fallire.

Abbiamo iniziato a suonare nei club e a crearci un pubblico. Oggi la gente decide da sola cosa ascoltare, in quegli anni decidevano ancora i giornali o le radio. Io ho ricominciato da zero“.

Tra le canzoni più celebri degli anni Novanta “Ohi Maria“, dedicata alla marijuana.

E l’artista proprio su questo ci scherza su: “Sono passato da ogni tipo di Maria, fino alla De Filippi. E sono anche riuscito a farle cantare Maria Salvador“.

E con gli occhi a cuoricino riferendosi a suo figlio:

«È un tornado, è me all’ennesima potenza. Quando sono a casa, sono io che porto il bambino all’asilo, la sera gli faccio il bagnetto. È un privilegio che il successo non ti può dare». 

Next Post

Atac, a Roma oggi lunedì nero per pendolari e studenti

Se già il lunedì è il giorno peggiore per i pendolari, studenti e lavoratori, che devono tornare rispettivamente a scuola ed in ufficio dopo il breve relax del fine settimana, quello di oggi sarà un giorno se possibile ancora peggiore. E la colpa è dei trasporti pubblici: l’Atac a Roma […]
Atac a Roma oggi lunedi nero per pendolari e studenti