La Bella e la Bestia, anche la Disney sdogana i gay

Se certamente sono decenni che l’omosessualità, almeno sulla carta, non è certo un motivo di discriminazione, è comunque un segnale positivo che anche la Disney si sia decisa ad adeguarsi ai tempi, ed ad inserire, all’interno di un suo lungometraggio, il suo primo personaggio dichiaratamente gay.

Tra pochi giorni, precisamente il 16 marzo, uscirà nelle sale di tutto il mondo, Italia compresa, La Bella e la Bestia, la versione live action di quel film d’animazione che, nel 1991, ottenne, primo cartone in assoluto, la Nomination agli Oscar nella categoria del miglior film, e all’interno è contenuta la novità che sta rimbalzando sui siti di tutto il mondo.

Il primo omosessuale Disney sarà Le Tont, il servitore di Gaston. Lo ha svelato il regista della pellicola, Bill Condon, alla rivista Attitude: “È un messaggio per dire che essere gay è normale e naturale”. Un messaggio che “verrà ascoltato in tutti i Paesi del mondo, anche in quelli in cui è ancora socialmente inaccettabile o addirittura illegale essere gay”.

Le Tont si scopre attratto dal suo datore di lavoro. “Un giorno vuole essere Gaston e un altro vuole baciarlo”, ha raccontato Condon. “È confuso – ha aggiunto – su ciò che vuole. È un uomo che sta realizzando di provare determinate sensazioni”.

Per la sua scelta, Disney ha raccolto il plauso delle associazioni Lgbt, che in passato avevano criticato le produzioni proprio per l’assenza di personaggi omosessuali.

Loading...
Potrebbero interessarti

Mika è pronto a debuttare col suo primo “one man show”

Si è fatto conoscere anche nel nostro paese come cantante, ma pian…

Angry Birds, arrivano al cinema gli uccelli arrabbiati targati Rovio

Finalmente il 15 giugno 2016 arriverà anche nelle sale italiane il film…