La Terra ha un anello simile a Saturno, è spazzatura spaziale

Redazione

Un professore dell’Università dello Utah, ha avvertito che tra le centinaia di milioni di pezzi di detriti che galleggiano nello spazio, una grande porzione potrebbe finire per formare un anello attorno alla Terra, simile ai pianeti giganti gassosi del sistema solare come come Saturno, aggiungendo che i detriti potrebbero dare alla Terra i suoi anelli fatti di spazzatura spaziale.

Secondo il quotidiano britannico “Daily Mail“, Abbott e il suo team stanno lavorando a un modo per ripulire i detriti, posizionando un magnete attaccato all’estremità di un braccio robotico e utilizzando le correnti parassite dei magneti per raccogliere i rifiuti spaziali.

La NASA stima che ci siano almeno 23.000 pezzi di detriti che entrano nell’orbita terrestre bassa di grandi dimensioni, ma è probabile che ci siano 500.000 pezzi in tutto.

La Terra ha un anello simile a Saturno spazzatura spaziale

L’Agenzia spaziale europea ha aggiunto che probabilmente ci saranno 170 milioni di pezzi di detriti spaziali inferiori ad una certa grandezza.

Più di 27.000 pezzi di detriti orbitali vengono tracciati dai sensori del Global Space Monitoring Network del Dipartimento della Difesa.

Ci sono quattro pianeti nel sistema solare che in realtà hanno anelli, e sono Giove, Saturno, Nettuno e Urano, per cui gli anelli di Saturno sono fatti di ghiaccio e rocce di varie dimensioni, e possono essere i resti di antiche comete o asteroidi, e il gli anelli che orbitano attorno a Giove e Nettuno sono più deboli e sono costituiti principalmente da polvere.

Gli anelli di Giove sono stati probabilmente causati da una serie di impatti di meteoriti che hanno colpito le 79 lune del pianeta.

La NASA spiega che l’orbita terrestre bassa è considerata adesso la discarica più grande del mondo, aggiungendo che la rimozione dei detriti spaziali è costosa a causa della portata del problema e che possono esserci fino a 6000 tonnellate di materiale.

Molti detriti spaziali raggiungono velocità estremamente elevate fino a sette volte la velocità di un proiettile e l’impatto anche di un piccolo pezzo di detriti orbitali su un veicolo spaziale può causare gravi danni.

Next Post

La scienza è riuscita a rendere la materia invisibile

Gli scienziati del Massachusetts Institute of Technology (MIT) hanno reso il gas “traslucido” per la prima volta. I ricercatori hanno ottenuto questo risultato utilizzando un effetto previsto oltre 30 anni fa. Questo è il principio di esclusione di Pauli che afferma come due o più fermioni identici (un tipo di […]
La scienza riuscita a rendere la materia invisibile