Lavoro e innovazione viaggiano insieme
Lavoro e innovazione viaggiano insieme

Pare proprio che innovazione e il lavoro vadano di pari passo.

Nell’ultimo decennio il settore informatico, e Internet in particolare, ha visto crescere i posti di lavoro di quasi sette volte, oltre 200 volte la crescita occupazionale registrata dall’economia degli USA nello steso periodo.

Di per sé la notizia è significativa, anche se non sconvolgente. Nel senso che è una notizia annunciata, anche se non prevedibile in queste dimensioni.

D’altro canto il discorso è ancora più vero se si fa coincidere sostanzialmente il discorso innovazione con quello Internet.

Ma è sperabile che innovazione voglia dire anche altro. Magari nel campo delle scienze più in generale, in quello della medicina, in quello dei trasporti, dell’energia e della ricerca pura.

E proprio nel settore della ricerca pura, in realtà noi in Italia siamo particolarmente carenti.

Investimenti zero o quasi. Molta attenzione ai settori classici dell’economia e dei settori lavorativi ordinari, ma fondi totalmente insufficienti per la ricerca.

Eppure è la ricerca che crea sviluppo, crescita, che dà prospettive, sia economiche sia occupazionali in senso stretto.

In questo senso finalmente diviene importante il progetto renziano di riconversione dell’Expo di Milano, in un grande centro per lo sviluppo e la ricerca scientifica. Attendiamo con ansia.

Loading...
Potrebbero interessarti

Navigator, pubblicato il tanto atteso bando

Nelle scorse ore l’Inps ha cominciato le sue comunicazioni ufficiali: con e-mail…

Lavoro, 70 ore alla settimana fanno male alla salute?

Lavoro, secondo Dominik Burgy 70 ore alla settimana non fanno male alla…