L’incidenza del tumore aumenta con il crescere dell’altezza

In apparenza i due dati non sono in nessuna correlazione tra loro, ed infatti finora nessuno scienziato aveva mai ipotizzato un legame, ma a quanto pare uno studio svedese è riuscito a dimostrare una correlazione tra incidenza delle neoplasie e statura delle persone colpite.

Gli studiosi dell’Università di Stoccolma e del Karolinska Institutet sono giunti a questa conclusione dopo aver esaminato i dati relativi a uomini e donne svedesi nati fra il 1938 e il 1991, con un’altezza variabile fra i 100 e i 225 centimetri: un ampio studio per giunta, che ha coinvolto oltre 5 milioni e mezzo di persone tenendole sotto osservazione dal 1958 al 2011.

Ebbene, alla fine gli studiosi hanno rilevato come ogni 10 centimetri d’altezza in più rispetto alla media il rischio di sviluppare un tumore è aumentato del 18% nelle donne e dell’11% negli uomini.

Inoltre, le donne più alte hanno un rischio del 20% maggiore di ammalarsi di cancro al seno, mentre il rischio di melanoma aumenta del 30% ogni 10 centimetri in più di altezza sia tra i maschi sia tra le femmine.

Resta da chiarire da cosa dipenda l’associazione trovata: potrebbero essere gli ormoni, e in particolare il fattore di crescita insulino simile (IFG) ad avere un ruolo rilevante sia nell’infanzia sia nell’età adulta, ma potrebbe esservi anche altre spiegazioni, tra cui quella più semplice, secondo cui il rischio tumore crescerebbe nelle persone alte perché queste hanno una maggiore quantità di cellule (incluse quelle staminali) che comportano una maggiore opportunità di mutazioni di cui alcune potenzialmente maligne.

1 comment
  1. Direi che era prevedibile: avere una maggiore altezza implica essere costituiti da un maggior numero di cellule (con relativo nucleo e quindi DNA), ovvero implica avere un maggior numero di punti di possibile inizio di un tumore.

Comments are closed.

Loading...
Potrebbero interessarti

Reggiseno, un errore che tantissime donne commettono

Gli esperti di vestibilità del reggiseno affermano che conservarlo “piatto” è il…

Usa, il piccolo Gabriel non ce l’ha fatta

La sua storia aveva già fatto il giro del mondo nei mesi…