Livorno, immigrato cucina gatto in strada
Livorno immigrato cucina gatto in strada

Le immagini hanno fatto il giro di tutti i media ed i social, scatenando un moto di orrore e sdegno che non si placa, nonostante l’invito ripetuto a non continuare a condividere, per la crudeltà delle stesse immagini.

La bruttissima storia odierna viene dalla provincia di Livorno: un uomo di 21 anni originario della Costa d’avorio ha ucciso il proprio gatto, e poi lo ha “cucinato” in strada.

La scena è stata ripresa in video dalla candidata del centrodestra alla Regione Toscana, Susanna Ceccardi.

«Un immigrato – dice la Ceccardi postando un video con la scena raccontata – ha arrostito un gatto su un falò improvvisato nella piazza della stazione davanti alle persone in attesa di prendere il treno. Un episodio agghiacciante nella sua brutalità, ma purtroppo del tutto vero». 

Nelle immagini si vede una signora che si avvicina al 21enne, scagliandosi contro di lui che si giustifica dicendo di “non avere soldi per mangiare”. 

L’autore del gesto è stato identificato e denunciato per uccisioni di animali “per crudeltà o senza necessità”. A seguito dei controlli effettuati dai carabinieri di Piombino, è emerso che sia attualmente in attesa dell’esito del ricorso che ha presentato al tribunale di Firenze dopo che gli era stato negato lo status di rifugiato.

Loading...
Potrebbero interessarti

Nuovo colpo alla camorra, arrestato latitante affiliato ai Polverino

Duro colpo alla camorra campana: nelle scorse ore è stato infatti tratto…

Immigrazione clandestina, arrestati anche ex poliziotti

Troppo spesso si punta tutta l’attenzione sui poveri disgraziati che cercano di…