Luciferina, ecco come fanno le lucciole ad illuminarsi

Redazione

Ogni animale è bello nella sua unicità, ma indubbiamente ce ne sono alcuni che per il loro aspetto e per alcune loro caratteristiche sono più affascinanti degli altri.

Chi può dire, ad esempio, che la lucciola non sia estremamente affascinante quando nelle sere d’estate si accende, rendendo tutto più magico ed incantato?

Ma voi sapete perché si illuminano e a cosa è dovuto questo fenomeno?

Cominciamo subito col dire che noi naturalmente siamo solo casuali spettatori: l’emissione di luce da parte delle lucciole è infatti finalizzata all’accoppiamento, consentendo funzionalmente a esemplari dei due sessi opposti di trovarsi.

Lucciole, come fanno ad illuminarsi.

In generale la femmina delle lucciole è in grado di emettere una luce fissa fino a due ore, mentre il maschio lampeggia solo per brevi istanti.

La luminescenza non è altro che una reazione chimica generata dalla combinazione tra un enzima del sangue, la luciferasi, una proteina, la luciferina, l’ossigeno e un acido naturale, l’adenosintrifosfato, che negli organismi viventi ha la capacità di convertire gli zuccheri e i grassi in energia.

Essenzialmente la luciferina, in presenza di ATP (adenosintrifosfato), di magnesio e dell’enzima luciferasi, cede elettroni i quali, passando a un livello minore di energia, liberano quella in eccesso sotto forma di luce dal colore verde-giallastro.

Next Post

Autoisolamento: Consegna la posta vestito in maschera

Un postino ha deciso di effettuare consegne in costume per “sollevare il morale” delle persone in autoisolamento. Jon Matson, 39 anni, ha indossato abiti eleganti nella speranza di sollevare lo spirito delle persone durante l’autoisolamento da coronavirus nel Regno Unito. Il postino sta cercando di diffondere un po ‘di gioia […]
Autoisolamento Consegna la posta vestito in maschera