Maurizio Crozza aprirà tutte le serate di Sanremo 2017

Carlo Conti, per questa edizione di Sanremo 2017, sta mettendo a segno un colpo dopo l’altro: dopo aver ottenuto come spalla nientemeno che Maria De Filippi, e per di più senza sborsare alcun cachet stellare, il conduttore è riuscito a strappare a Maurizio Crozza la partecipazione a tutte e cinque le serate della kermesse canora.

Nelle scorse ore è stato infatti confermato che Maurizio Crozza farà parte del team del Festival, con un ruolo cucito su misura per lui.

“Tutte le sere del Festival ci sarà la copertina di Maurizio Crozza. Non in testa. Ogni sera in un momento diverso, ma comunque in diretta per prendere spunto da quel che accade durante la serata”, spiega Conti.

“Sarà geniale, irriverente, come ci ha sempre abituato” ha detto ancora Conti che non ha specificato se il comico sarà all’Ariston o in collegamento.

Ma anche altre novità sono state rese note da  Conti stesso. La prima di queste riguarda i 60 anni dello “Zecchino d’oro”, per l’occasione verranno cantati alcuni brani in teatro. Un momento perfetto non solo per farsi un tuffo nel passato, ma anche per far divertire i bambini che guardano la trasmissione.

Confermato anche Zucchero, uno dei protagonisti del 2016 con il suo album “Black Cat” che sarà sul palco durante la serata finale, il sabato, dopo che il martedì sarà toccato a Tiziano Ferro, Ricky Martin e anche alla coppia Cortellesi e Albanese che presenteranno il loro ultimo film.

Quanto a un suo ritorno alla conduzione del festival, la risposta è stata: “magari tra cent’anni. I record di continuità a Sanremo devono rimanere patrimonio di Pippo Baudo”.

Next Post

Autopilot Tesla: meno incidenti con la guida autonoma

Con l’autopilot Tesla gli incidenti sono diminuiti del 40%. Non è facile attivare un’automobile a guida autonoma come la Tesla, non foss’altro per il fatto che il guidatore potrebbe non fidarsi e quindi non è mai rilassato. Se a ciò aggiungiamo il fatto del clamore dell’ultimo incidente mortale di maggio […]
Autopilot Tesla: meno incidenti con la guida autonoma