Michael Jackson prima di morire aveva paura di essere ucciso

Da quando è purtroppo prematuramente scomparso, soprattutto tra i suoi fans che non riescono ad accettare la sua morte, si sprecano le teorie complottiste, secondo cui il proprio idolo non sarebbe morto per cause naturali, ma sarebbe stato ucciso, eliminato per chissà quali misteriosi ragioni e da chi.

Per la prima volta dalla sua dipartita però, a quanto pare c’è qualcosa di concreto a cui appigliarsi per chi crede che Michael Jackson sia stato ucciso.

L’intervista completa a Jacobshagen, che forse permetterà di chiarire meglio questo episodio, andrà in onda in Australia e negli Stati Uniti alla fine di giugno, per ricordare l’artista, scomparso il 29 giugno del 2009.

Michael Jacobshagen, amico della compianta star, ha deciso di rendere pubbliche le 13 lettere che la popstar gli aveva inviato e nelle quali svelava le sue più profonde preoccupazioni, supportando così le teorie che il cantante sia stato assassinato.

Jacobshagen, come riporta il DailyMail, ha raccontato che Michael Jackson lo chiamò in lacrime da Las Vegas implorandolo di raggiungerlo dalla Germania: “Era nel pieno di un crollo emotivo e diceva: ‘Mi vogliono uccidere’”. Dopo aver passato 3 giorni in sua compagnia, la star di Thriller avrebbe consegnato all’amico le lettere in cui aveva messo nero su bianco le proprie paure.

In alcune si fa riferimento alla AEG Live, il colosso del live promoting che stava curando il ritorno della popstar sul palco della “O2 Arena” di Londra: “Stanno facendo molta pressione su di me… Temo per la mia vita”, sarebbe il messaggio contenuto in una delle missive in possesso di Jacobshagen.

Le missive, quindi, supporterebbero la teoria che il cantante sia stato assassinato, di cui la figlia Paris Jackson è la più grande sostenitrice. Alcune delle lettere, infatti, sarebbero state indirizzate proprio alla giovane Paris e alla sorella dell’artista, La Toya Jackson, a sua volta cantante e modella.

Ricordiamo che ufficialmente la causa della morte di Jackson è un’overdose  di propofol,  forte sedativo somministratogli dal medico personale Conrad Murray, che per questa ragione è stato radiato dall’albo dei medici.

Loading...
Potrebbero interessarti

Gigi Hadid: di Zayn amo il cervello

Sono entrambi giovani, famosi, ricchi e bellissimi: non gli mancano certo i…

Daniel Craig, proposta indecente 150 milioni di dollari

I compensi legati agli attori di Hollywood, vengono chiaramente sottolineati come “hollywoodiani”…