Nasa, attenti al caldo dell’estate 2016

Eleonora Gitto

Anche la Nasa mette in guardia sul caldo dell’estate 2016.

Ci sono buone possibilità che il 2016, quanto a temperature calde, superi l’anno record 2015.

Quest’anno, infatti, la temperatura globale potrebbe arrivare a 1,11 gradi sopra la media.

Per gli studiosi la ragione principale di questi aumenti anomali della temperatura, è dovuta al famigerato effetto serra, cioè l’aumento generalizzato della concentrazione di anidride carbonica nell’aria.

Andy Pitman, direttore dell’Arc Centre of Excellence for Climate System Science, dell’Università australiana del South Wales, ricorda: “I climatologi lanciano avvertimenti almeno dagli anni ottanta. Quindi perché sorprendersi?”.

Caro Andy, semplicemente perché da decenni ormai tutti lanciano profezie allarmistiche su tutto, dai mitomani, agli studiosi e agli scienziati. Ecco perché.

Quindi non ci sarebbe propriamente da stupirsi se l’allarme fosse eccessivo, e il riscaldamento medio della temperatura dell’aria fosse causato, o concausato, da eventi ciclici dei quali ancora non abbiamo piena conoscenza.

Una parte degli studiosi sostiene comunque che una concausa importante dell’aumento è dovuta al Nino, quel fenomeno climatico che si presenta periodicamente riscaldando in maniera rilevante le acque dell’Oceano Pacifico.

Nel frattempo, per non farci trovare impreparati, muniamoci però di appositi condizionatori e ventilatori, è meglio.

Next Post

Juste la fin du monde, il ritorno a Cannes di Xavier Dolan

Torna a Cannes alla grande il regista Xavier Dolan che porta in Concorso al Festival il film “Juste la fin du monde“. Il regista canadese ci ha abituato a storie molto intense e quella raccontata nel film Juste la fin du monde non è da meno. Si tratta di un […]
Juste la fin du monde, il ritorno a Cannes di Xavier Dolan