Nasa rivela: Lago in Turchia contiene tracce di Marte

Redazione

La Nasa ha trovato tracce di Marte in un lago in Turchia

Nasa rivela Lago in Turchia contiene tracce di Marte
Foto@Flickr

La NASA ritiene che i depositi di minerali e rocce sul lago Salda, nel sud-ovest della Turchia, potrebbero contenere indizi vitali sulla vita antica su Marte, poiché sono la corrispondenza più vicina alla Terra.

Gli scienziati ritengono che i minerali e i depositi rocciosi del lago Salda, nel sud del paese, potrebbero contenere indizi vitali.

Dopo averli esaminati hanno confermato che sono la corrispondenza più vicina sulla Terra a quelle trovate intorno al cratere Jezero sul pianeta rosso.

Si ritiene che il cratere, dove è atterrato il rover Perseverance della NASA, sia stato, in passato, inondato d’acqua.

Le informazioni raccolte dal lago potrebbero aiutare gli esperti nella ricerca di tracce fossili di vita microbica conservate nei sedimenti.

Thomas Zurbuchen, amministratore associato della NASA per la scienza, ha detto che Salda “servirà come un potente analogo da cui possiamo imparare”.

Ha aggiunto: “Quando troviamo qualcosa con Perseverance possiamo tornare a guardare al Lago Salda per guardare veramente entrambi i processi, (osservando) somiglianze ma differenze altrettanto importanti che sono davvero tra Perseverance e Lago Salda“.

Quindi siamo davvero contenti di avere quel lago, solo perché penso che rimarrà con noi per molto tempo.

Scienziati planetari americani e turchi hanno condotto ricerche nel 2019 sulle rive del lago, note come le Maldive turche per via delle sue acque azzurre e delle sue sponde bianche.

I sedimenti intorno ad esso sono stati erosi da grandi cumuli che si sono formati con l’aiuto di microbi e sono noti come microbialiti.

Il team dietro il rover Perseverance, il più avanzato laboratorio di astrobiologia che abbia volato nello spazio, vuole scoprire se c’è materiale simile su Marte.

Confronteranno anche i sedimenti della spiaggia di Salda con i minerali carbonatici, formati da anidride carbonica e acqua, rilevati ai margini del cratere Jezero.

Campioni di roccia perforati dal suolo marziano devono essere immagazzinati sulla superficie per l’eventuale recupero e consegna sulla Terra da due future missioni robotiche, già nel 2031.

Next Post

Neuroscienziati spiegano legame tra odori e ricordi

Gli scienziati hanno provato a spiegare il legame tra li odori e i nostri ricordi. Un articolo redatto da un gruppo di specialisti della Northwestern University School of Medicine (USA) è stato pubblicato sulla rivista Progress in Neurobiology. È risaputo che gli odori sono in grado di evocare ricordi vividi, […]
Neuroscienziati spiegano legame tra odori e ricordi