NDE: Esperienza Pre morte, il tempo si ferma
NDE Esperienza Pre morte il tempo si ferma

Vita dopo la morte: “Il tempo si è fermato” la testimonianza di un uomo.

Un uomo, che afferma di essere stato sull’orlo della morte, ricorda vividamente di aver lasciato il suo corpo e di essere stato consapevole di tutto ciò che lo circondava.

Gli scienziati devono ancora trovare prove della vita dopo la morte, ma ci sono molte persone che affermano di aver avuto profonde esperienze sul letto di morte. Una di queste persone è Peter, che ha condiviso i suoi ricordi di un’esperienza di pre-morte (NDE) che ha subito all’età di nove anni. Peter ha confermato alla Near-Death Experience Research Foundation (NDERF) di aver sofferto di asma bronchiale dal 1967.

Peter fu portato d’urgenza in ospedale con sua madre dove gli fu iniettata la penicillina.

Dopo l’iniezione, Peter ha avuto la sensazione di uscire dal suo corpo fisico.

Riferisce: “In quel momento, ero in un angolo del soffitto nella sala di trattamento. Stavo guardando mia mamma, l’infermiera e un dottore che si muovevano velocemente attorno al mio corpo che era accasciato su una sedia“.

NDE Esperienza Pre morte il tempo si ferma

Ho potuto vedere tutto da diversi punti di vista all’interno della stanza, ma soprattutto dall’alto. Ho osservato e sentito l’urgenza dello staff medico e l’amorevole compassione e preoccupazione di mia madre“.

Sebbene Peter non ricordi per quanto tempo è rimasto in questo stato, ha avuto la netta sensazione che “il tempo fosse cessato o sospeso“.

Ha detto: “Non appena ho visto il dottore iniettarmi nella mia coscia una siringa, sono tornato nel mio corpo ma non ho più avuto difficoltà a respirare“.

Mia madre stava piangendo e sollevata, così come lo staff medico.

All’indomani dell’incidente, Peter disse a NDERF che l’esperienza era sia piacevole che angosciante.

Afferma anche di essere diventato più amorevole, più consapevole e più legato allo spirito.

Tuttavia, l’esperienza di Peter non è unica e molte persone che sono state sull’orlo della morte ricordano di aver visto le luci, di aver lasciato i loro corpi o di aver sentito altre parole.

Secondo il dott. Sam Parnia della NYU Langone School of Medicine di New York City, si tratta di fenomeni molto comuni.

Secondo il SSN, le NDE non sono autentici casi di morte di una persona.

Invece, potrebbero esserci spiegazioni naturali per questi fenomeni, come allucinazioni causate da un cervello “affamato” di ossigeno.

Nel 2014 il SSN ha dichiarato: “L’esistenza di un ‘aldilà’ rimane una questione di convinzioni, non prove scientifiche“.

Loading...
Potrebbero interessarti

Il segreto di una coppia? scambiarsi posto a letto ogni notte

Un uomo ha ammesso che lui e la sua partner si scambiano…

Usa, al dibattito dei Democrats la spunta Hillary Clinton

Pacata e senza bisogno di alzare mai la voce, per i media…