Nel Salento è allarme impetigine

Angela Sorrentino

I bagnanti, soprattutto quelli più delicati come i bambini, dovranno stare molto attenti: sulle spiagge del Salento imperversa l’“impetigine”, la fastidiosa e contagiosissima infezione cutanea che ha colpito già decine di piccoli bagnanti.

E’ stato lo ‘Sportello dei Diritti’ a lanciare l’allarme: si sono verificati diversi casi di infezioni contratte soprattutto da bambini al di sotto dei 10 anni, ma anche da decine di adulti villeggianti nelle zone balneari del Salento.

L’impetigine è una dermatite causata da Streptococcus pyogenes e a volte anche da Staphylococcus aureus. Appartiene al gruppo delle piodermatiti, un’infezione batterica contagiosa che si trasmette per contatto diretto o mediato.

Essa si manifesta con la presenza di bolle orticanti dal colore giallastro, accompagnate da rossori e infiammazioni localizzate soprattutto sul viso, collo e mani ma anche sul cuoio capelluto, ad esempio in seguito a una pediculosi. Le cause scatenanti sono da ricercare principalmente nella cattiva igiene ma possono essere diverse come il sole, il mare, l’acqua salata o la puntura d’insetti.

Per prevenire l’impetigine sono sufficienti alcune semplici regole, come sciacquarsi e far la doccia spesso, soprattutto dopo essere usciti dal mare; evitare di grattarsi troppo, se punti da un insetto, per non lasciare la pelle ferita scoperta e buona preda dell’attacco batterico. Infine, non stare troppo al sole.

Next Post

Meteo, dopo la tempesta di ferragosto arriva Troy

A vedere le temperature di luglio ed inizio agosto, sembrava che questa estate torrida non dovesse mai avere fine, ed invece, improvvisamente, in una sola notte, in tutta Italia, le temperature sono crollate fino ad oltre 10 gradi, ben al di sotto della media stagionale. Un week end di ferragosto […]