Niente smartphone o tablet a tavola. Ci distraggono dal masticare bene

“Quando si mangia bisogna masticare bene”. Quante volte, da piccoli, ci siamo sentiti ripetere dai nostri genitori queste parole mentre ci trovavamo a tavola? Ebbene si, in molti sicuramente se lo sono sentiti ripetere molte volte e oggi, a ripetere le stesse parole sono i nutrizionisti.

“Ogni pasto andrebbe consumato almeno in 20-30 minuti, e le distrazioni tecnologiche andrebbero evitate, perché portano a trangugiare il cibo e masticare poco o nulla, senza nemmeno prestare attenzione a quello che si ha nel piatto. Tensione nervosa, pancia gonfia e mal di testa sono solo alcune delle conseguenze di una cattiva masticazione che comporta una scorretta assimilazione degli alimenti e una cattiva digestione”, sono state le parole espresse da Evelina Flachi, specialista in scienza dell’Alimentazione e docente di Nutrizione per il Benessere all’Università degli Studi di Milano.

Quest’ultima ha inoltre affermato “Mangiare di fretta e distratti “può portare inoltre ad un aumento di peso: si ingrassa perché, non masticando, più non si ha il senso di pienezza, di appagamento, dunque si mangia per una forma compensativa con conseguenze sulla linea”. Bisogna dunque prestare molta attenzione mentre ci troviamo a tavola, bisogna innanzitutto allontanare smartphone e tablet che potrebbero distrarre la nostra attenzione da quella che in quel momento è la cosa più importante ovvero “masticare per bene”.

 

Potrebbero interessarti

Neuroni, c’è un gene che ne favorisce la nascita e crescita

Come ci hanno già insegnato fin dalla scuola, il neurone è l’unità cellulare che costituisce il tessuto…

Maturità 2017, come affrontare la prima prova

In questi giorni i 500 mila studenti che si troveranno dinanzi la…