Nuvole su Titano, le perturbazioni del grande satellite di Saturno

Eleonora Gitto

Nuvole su Titano, le perturbazioni del grande satellite di Saturno.

La Sonda Cassini è stata in grado di prendere fantastiche immagini di formazioni nuvolose in movimento nel lontano corpo celeste.

Puntando la macchia per riprese sulla parte nord del satellite, sono stati presi una serie di scatti ogni 20 minuti per la durata di 11 ore.

Trasportate velocissime da un vento che spira a una velocità intorno ai 10 metri al secondo, si tratta di vere e proprie tempeste.

Essendoci tempeste di nuvole, vuol dire che su Titano c’è anche atmosfera, trattenuta da una certa forza di gravità.

Cassini si è già concentrata nel corso del 2016 a esplorare i laghi di metano ed etano presenti nei territori settentrionali del satellite, come quelli denominati Punga Mare e Neagh Lacus.

Le operazioni scientifiche di studio e di riprese operate dalla sonda termineranno verosimilmente a metà settembre nel 2017, quando Cassini farà un vero e proprio tuffo nell’atmosfera di Saturno, del quale ha studiato approfonditamente il sistema degli anelli e delle lune.

Sarà allora che diremo addio a una navicella che per anni ha dato un contributo scientifico fondamentale alla conoscenza di un pezzo importante del nostro Sistema solare.

Next Post

Far passare qualsiasi dolore con una molletta, la terapia

Si tratta di una sorta di terapia studiata dalla dottoressa Helen Chin Lui che si occupa di riflessologia, una “cura” totalmente naturale. Il video è stato diffuso in rete e spiega come risolvere, a quanto pare, diverse problematiche legate al nostro corpo come ad esempio dolori alle spalle, alla schiena, […]
Orecchio tolto un tappo di cerume grosso