Pasquetta: perché si festeggia il Lunedì dell’Angelo?

Tutti noi sappiamo benissimo perché si festeggia Pasqua nella tradizione cristiana: tre giorni dopo la sua morte, Gesù risorge e ritorna in cielo, portando a tutto il popolo la speranza di una nuova vita, di rinnovamento, di pace e amore.

Pochissimo invece sanno perché si festeggia anche il giorno successivo, il Lunedì dell’Angelo, comunemente conosciuto come Pasquetta: certo sappiamo che si è soliti stare in compagnia, meglio se con una bella scampagnata a base di cibo e tante risate, ma perché?

In questo giorno, viene raccontato nella Bibbia, le donne si recarono al Sepolcro e qui, davanti alla tomba vuota, incontrarono l’Angelo che disse: “Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. È risorto, non è qui. Ecco il luogo dove l’avevano deposto.” (Mc 16,1-7). E aggiunse: “Ora andate ad annunciare questa notizia agli Apostoli”, ed esse si precipitarono a raccontare l’accaduto agli altri.

Ad onor del vero, questa festa non è stata subito riconosciuta in Italia, ma è stata aggiunta in Italia nel dopoguerra per far durare di più i festeggiamenti pasquali.
Inoltre, a differenza della Pasqua vera e propria, è festa civile ma non un giorno di precetto, cioè la religione cattolica non richiede di andare a messa per l’occasione come nelle altre feste religiose.

Loading...
Potrebbero interessarti

Rischia il posto di lavoro per un assorbente

L’incredibile episodio avvenuto ad una donna sul posto di lavoro. La ragazza…

Isis conquista Palmira

I miliziani dell’Isis hanno conquistato quasi l’intera città di Palmira in Siria.…