Piombino dice addio al piccolo Jacopo: aveva la malattia di Scholz

Eleonora Gitto

Piombino dice addio a Jacopo: il piccolo, affetto da una rara patologia genetica, la malattia di Scholz, non ce l’ha fatta.

Nella Chiesa della Misericordia sono convenute centinaia di persone per dare l’addio al piccolo Jacopo, il bambino di soli 6 anni morto venerdì sera all’ospedale Meyer di Firenze, dove era stato ricoverato da diversi giorni.

La malattia che ha colpito il bambino si chiama Leucodistrofia metacromatica progressiva o malattia di Scholz.

Questa patologia colpisce principalmente il sistema nervoso, i reni e la colecisti. La malattia si era manifestata 4 anni fa.

Questo tipo di malattia colpisce una persona su 40.000, e si può manifestare da giovanissimi, sin da un anno di età.

La prognosi è purtroppo in genere molto negativa, e si assiste a un progressivo peggioramento nel tempo, per giungere alla perdita di tutte o quasi le funzioni muscolari.

I genitori hanno acconsentito alla donazione delle cornee di Jacopo e hanno invitato tutti a fare donazioni all’Azienda ospedaliera universitaria fiorentina.

La messa è stata celebrata congiuntamente dal parroco di Sant’Antimo, Frate Adriano e Don Mario, parroco della Misericordia.

Grande commozione fra i presenti alla messa, quando la zia del piccolo Jacopo ha letto una lettera idealmente scritta da Jacopo stesso.

Next Post

Verona, il degrado cancella la casa di Giulietta dai cartelli

Verona, troppo degrado: scompare la casa di Giulietta sui cartelli delle indicazioni. Il problema dell’inciviltà, del degrado, delle devastazioni e dell’incuria colpisce moltissime città e luoghi storici italiani. In particolare per quel che riguarda quelli dove la cultura la fa da padrona, o almeno così dovrebbe essere. Perché è del […]
Verona, il degrado cancella la casa di Giulietta dai cartelli