Pornhub lancia il porno a 360° regalando 10.000 Google Cardboard

Redazione

Il colosso dell’hard del web, il sito PornHub, ha deciso di rinnovare il proprio portale, presentando una novità assoluta nel mondo del porno, aggiungendo la tecnologia della realtà aumentata ai propri video.

PornHub vanta 60 milioni di visitatori al giorno ed ha sempre portato novità sul suo network: è stato il primo a puntare sulle immagini creando siti ad hoc ed è stato anche tra i primi a sperimentare le piattaforme video in alta definizione. Con la realtà aumentata raggiunge quindi un ulteriore primato.

L’idea è venuta ai dirigenti del network confrontando il potenziale della nuova tecnologia e la sua scarsa applicazione. Corey Price, vice presidente di Pornhub, ha spiegato che “La realtà virtuale fornirà esperienze coinvolgenti mai viste prima gli utenti potranno essere protagonisti e interagire con le star del porno preferite”.

Grazie alla tecnologia della realtà aumentata, gli utenti potranno vedere scene hot a 180 gradi e 360 gradi, disponibili sul pc con Oculus Rift e sui dispositivi mobili con i visori Samsung Gear VR e Google Cardboard.

Per lanciare la nuova tecnologia sulla propria piattaforma, PornHub ha lasciato gratuitamente a disposizione la sezione della realtà aumentata, regalando inoltre ben 10mila pezzi di Google Cardboard che sono andati esauriti in poche ore. Per mettere in atto questo progetto PornHub ha collaborato con l’azienda BaDoink, una compagnia specializzata nella sperimentazione di film per adulti in contesti immersivi.

Soltanto pochi anni fa, quando erano ancora in prova agli sviluppatori i Google Glass, una delle prime applicazioni dei dispositivi fu proprio quella del porno, ma il progetto fu contrastato dalla stessa azienda di Mountain View.

Next Post

Apple VS Fbi, la guerra della privacy

Di nuovo l’azienda Apple in un’aula di tribunale: al centro di tutto la protezione dei suoi device. Il caso è nato dalla richiesta delle autorità di Brooklyn che hanno chiesto al tribunale di intimare all’azienda di Cupertino di creare un software di sblocco per il suo nuovo sistema operativo, al […]