Prima di morire si fanno sogni strani, ecco perchè

Il personale del Center for Palliative and Hospice Care nella città statunitense di Buffalo, New York, han riferito il raggiungimento di uno studio di 10 anni sugli ultimi giorni di vita di una persona.

Comunicando con i loro pazienti, il personale medico ha fatto una scoperta molto insolita e intrigante. Si scopre che poco prima della morte, la stragrande maggioranza delle persone inizia a fare lo stesso sogno. Questo dice il Dr. Christopher Kerr, che era il capo dello studio.

Secondo il medico, guardando i malati terminali, lui e i suoi colleghi hanno stabilito che circa 3 settimane prima della morte, una persona inizia a vivere sogni incredibilmente vividi e piacevoli con la stessa trama. In questi sogni, i morenti incontrano parenti defunti, amici, amanti e persino i loro animali domestici scomparsi, provando sentimenti di serenità che non avrebbero mai potuto nemmeno provare nella vita reale.

I sogni renderebbero così più facile per una persona entrare in un altro mondo.

Allo stesso tempo, da qualche parte lontano, all’orizzonte o oltre la visibilità del dormiente, paesaggi meravigliosi: antiche foreste, campi infiniti, mari caldi, alte montagne.

Molti pazienti si svegliano dopo questi sogni in lacrime e non riescono a riprendersi a lungo, anche se le impressioni di tali “viaggi trascendentali” rimangono, come è facile intuire, le più positive.

È stato riferito che oltre 13 mila persone hanno preso parte allo studio e circa l’88% di loro ha visto sogni sorprendentemente vividi con i motivi sopra descritti alla vigilia della morte.

Sogni insoliti iniziano in pazienti con malattie terminali 10-11 settimane prima della morte e 3 settimane prima delle sue visioni notturne diventano sempre più fantastiche e impressionanti. Gli esperti non possono ancora trovare una spiegazione razionale per questo fenomeno.

Naturalmente, i materialisti suggeriscono che durante il processo che avvicina alla morte, il cervello rilascia i cosiddetti “ormoni della felicità” in quantità significative al fine di alleviare gli ultimi giorni della persona morente. Tuttavia, esiste anche una spiegazione metafisica, secondo la quale, prima della morte del corpo, l’anima umana inizia a separarsi da essa, fluttuando in altre dimensioni.

Comunque sia, si può dire con certezza una cosa: queste visioni leniscono le persone e riducono la paura della morte imminente, e quindi della sofferenza.

foto@MaxPixel

Loading...
Potrebbero interessarti

Halloween è davvero una festa satanica?

Da qualche anno anche in Italia ha preso piede sempre più la…

Repubblicana si dimette dopo le critiche alle figlie di Obama: “Annoiate e mal vestite”

Negli Stati Uniti è scoppiato un vero polverone dopo le parole di…