Resilienza, ecco il modo giusto di affrontare la vita

Redazione

La lingua italiana è tanto bella quanto ricca di termini e sfumature che è difficile conoscere a fondo, sia per i madrelingua che per gli stranieri che si avvicinano a questa lingua neolatina.

Sono tanti i termini complessi, che spesso usiamo anche a sproposito, perché non ne conosciamo l’esatto significato: cosa dire, ad esempio, della parola “resilienza”?

Vediamo insieme cosa significa, cominciando col dire che questa parola è nata in ambito tecnico-scientifico, ed in particolar modo facendo riferimento ai metalli e alla loro capacità di assorbire un urto senza rompersi.

Nell’uso comune, però, è molto più diffuso il suo significato riferito alla sfera psicologica: la resilienza è considerata infatti anche la capacità di un individuo di affrontare e superare un evento traumatico o un periodo di difficoltà.

Le persone resilienti, quindi, non si lasciano abbattere dalle brutture della vita, ma accettano anche gli eventi peggiori, subito pronti a rimboccarsi le mani per trovare una soluzione, un’alternativa, un modo di uscirne.

Per alcuni la resilienza è una caratteristica innata, molti altri invece la acquisiscono nel corso della vita, quando o si soccombe alle sventure o si impara ad affrontarle col giusto animo.

Next Post

Senatori a vita, sai chi sono?

In Italia, in concomitanza con le elezioni e le crisi di governo, l’italiano medio si scopre un fine conoscitore di politica, pronto a dire la sua anche quando ignora i meccanismi elementari su cui si basa la nostra democrazia. Ben pochi infatti sanno cos’è il bicameralismo perfetto che caratterizza il […]
Senatori a vita sai chi sono