Roberto Benigni rende omaggio a Massimo Troisi
Roberto Benigni rende omaggio a Massimo Troisi

Nell’anniversario della sua prematura scomparsa in tantissimi, amici, colleghi ma anche semplici ammiratori, lo hanno voluto ricordare, con un pensiero o un omaggio, e tra questi non poteva certo mancare l’amico Roberto Benigni.

Benigni nelle scorse ore è a Roma per il Festival di Trastevere: prima della proiezione in piazza San Cosimato di ‘Non ci resta che piangere‘, pellicola del 1984 girata insieme a Massimo Troisi, Benigni ricorda l’attore e regista napoletano, e alcuni momenti delle riprese del film.

Con Massimo Troisi è stata “un grande incontro d’amore” perché “l’amicizia è come l’amore quando ci si vuole bene o ci si ama: c’è un trasporto totale, ridevamo tanto, bastava che ci guardavamo e qualsiasi cosa accadeva era una scintilla per far nascere qualcosa”: così parla il comico toscano commosso.

Benigni parla poi della dolcezza del suo incontro con Troisi, della “bellezza e della difficoltà” di fare cinema, del cinema come “sogno”, perché quando “il buio va giù e inizia il film è come quando chiudiamo gli occhi prima di addormentarci” e prendono il sopravvento “l’inconscio, i sogni”.

“Il motivo per cui sono qui è Massimo Troisi – ha detto Benigni – un bell’attore, un bel regista e anche un bell’uomo. La sua è stata una perdita, un vuoto incolmabile. Con lui c’era un’amicizia e un amore speciali che raramente capitano. Quando eravamo insieme ci divertivamo moltissimo, bastava che ci guardassimo e ridevamo. Eravamo molto giovani e abbiamo deciso di condividere questa felicità in un film, che rivedrò stasera perché da allora non l’ho più rivisto”, ha detto Benigni alla platea piena di giovani.

Loading...
Potrebbero interessarti

Paola Perego nella bufera per una foto social

Non è un bikini azzardato o una foto senza veli a scatenare…

Michael J. Fox, il Parkinson a breve lo renderà disabile?

La sua enorme forza di volontà gli ha permesso di combattere finora,…